PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

The wind

Amai il vento,
in lui riposi fiducia,
adoravo ascoltare
la sua voce,
in gioco d'amore
 come piuma
 librarmi,
intrigata nell'eccitante
sensazione di leggerezza
che sapeva darmi,
pennellavo
su nuvole bianche
parole d'amore.
Ma crudele fu,
mutevole, incostante
cambiò consistenza,
variò d'umore,
 refolo caldo
come carezza,
pugno duro
di tramontana poi.
Non affidai più il cuore,
l'anima al vento.
Furono le mie lacrime,
scalpello,
per nuove parole
d'amore
incise su roccia
di granito,
che  mai verranno
scalfite,
nulla temeranno,
neanche
il forte impatto
del vento,
che oserà solo
sfiorarle
e rassegnato
passerà oltre.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

12 commenti:

  • Fernando Biondi il 12/10/2010 22:01
    niente può scalfire l'amoe se è vero e sincero,
    sei sempre più brava
  • eugenio maiolo il 12/10/2010 20:31
    bellissima, mi ha coinvolto suadente in un ambiente che in genere non incontra i miei gusti.
  • Giacomo Scimonelli il 12/10/2010 12:29
    bravissima come sempre..
  • Anonimo il 12/10/2010 00:52
    Poesia molto interessante.
    Bella.
  • Giuseppe Tiloca il 11/10/2010 22:16
    Nonostante non l'abbia letta, all'inizio ho messo 5 stelle perchè, so che già dal titolo l'avrei amata. Poi ho letto ed ho capito tutto. Ciò che pareva una bellissima metafora del vento, è cambiata con forza.
    Adoro il vento.
  • terry Deleo il 11/10/2010 20:30
    Amo il vento e questa tua mi piace molto.
    Complimenti
    terry
  • tania rybak il 11/10/2010 19:52
    cara Lor, amo tanto Dio e seguo la sua parola, che dice"un figlio saggio ama la disciplina, un insensato non accetta rimproveri... chi custodisce la sua bocca, protegge la sua vita... il giusto odia una parola bugiarda, il cattivo invece disonora e diffama... chi risparmia il bastone odia il proprio figlio, chi lo ama prodiga disciplina"dai proverbi 13
    proprio perché ci ama così tanto ha dato suo unico figlio per farlo morire per noi e dobbiamo esserli riconoscenti, perdonando gli altri, perché possiamo essere perdonati... tvb e sono sempre onesta con te
  • Ezio Grieco il 11/10/2010 18:43
    Ciao amica mia, ti leggo sempre, anche se non trovi miei commenti.
    ... al riguardo, sai comporre e postare di meglio.
    abbraccione
    cl
  • rea pasquale il 11/10/2010 18:34
    bella poesia.
    Concordo con la tua osservazione quì sotto, alla nostra amica Tania.
    Un abbraccio
  • loretta margherita citarei il 11/10/2010 18:22
    mio cara tanya, dio corregge e non frusta, non è un dio crudele il nostro ma padre misericordioso,è l'uomo che castiga l'uomo, HAI UNA VISIONE DISTORTA ED OPPRESSIVA DI DIO.
  • tania rybak il 11/10/2010 15:10
    bellissima, il vento rappresenta anche lo spirito santo, che a volte rimprovera e schiaffeggia, ma Dio rimprovera sempre i suoi figli, perché se non usa la frusta, non sono figli, ma bastardi... meglio essere rimproverati, ma amati... piuttosto, che baciati dal bacio di GIUDA... UN BACIO SINCERO DA UNA TUA FEDELE AMMIRATRICE... TANIA
  • karen tognini il 11/10/2010 13:33
    Troppo bella Loretta... e vai nei preferiti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0