PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Canna di fucile

Fredda e indifferente
guardi all'ingiù,
senza quasi esserci

Nulla succede,
fino a quando tu,
uomo,
violenti la tua libertà
schiacciando il grilletto.

Dal freddo al caldo,
dal basso all'alto,
dall'indifferenza alla sofferenza...

Dalla vita alla morte.
Eri un uomo,
ora sei un assassino.

 

2
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Anonimo il 12/10/2010 17:37
    Il potere di vita e di morte nelle mani di pazzi... e questo pianeta ne è sovraccarico! Esaltati dalla loro ignoranza agiscono spezzando vite e speranze per chi ha la sfortuna di invecchiare. Oggi è peggio del passato. Nonostante la cultura, la storia, la memoria, la medicina, la tecnologia, l'umanità crede di non aver più bisogno di imparare, crede di non aver più bisogno dell'altro. Oggi condividere non è più un piacere. Essere semplici è diventato, oggi, ridicolo. Arraffare e diventare potenti è la sola cosa che, oggi, fa girare il mondo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0