accedi   |   crea nuovo account

Notturno

inesorabilmente
l'incipit della divina -nona-
mi fa riemergere
da questi spiccioli di REM
sì, pronto...
ah, ciao gianduiotto... che succede?
va bene, arrivo.
l'importuno rombo e gli irriverenti abbaglianti
fendono
la rorida bruma settembrina
filari di pioppi con le foglie ciarliere
manifestano
il disappunto d'esser svegliati
prima che sorga il sole
diafano
in questo algido inizio autunnale
prende
pian piano colore e forme
il paesaggio acquarellato
foglie croccanti cospargono il vialetto di casa
mi sussurrano che sono arrivato
luci sbiadite
da questa insistente nebbia
colorano d'arancia
la bianca ed insonne vestaglia
un abbraccio
che non vuole spiegazioni
una frase
vecchia come il mondo ma
sempre senza età
-volevo dirti che ti amo-...

 

0
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Anonimo il 13/10/2010 18:02
    Poesia che è arrivata rapida a me colpendo la mia attenzione e il mio cuore.
    Semplicemente B E L L A!!!!!!!!!!!!!
  • loretta margherita citarei il 13/10/2010 17:04
    ma che dolce bellissimi versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0