PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ortensia e Lucia

Alla casa stregata
non si vada;
nessuno usi il battente;
potrà contrarre i germi
la strega sta dormendo:
non la svegliate.

E voi bambini,
rimanete al largo;
non rompetele i vetri
col pallone...
ché, potrebbe svegliarsi...

Nell'arsa estate,
chi di lì passasse,
udrà il singulto,
tra il brusio dei grilli,
posarsi in mezzo all'erba,
e tra le frasche.

Chi passasse d'autunno,
tra le imposte,
udrà il vento
ululare alle montagne.

Chi passasse d'inverno,
sotto il ponte
udrà la voce,
come in un lamento.

In primavera,
una donna bianca,
luminescente,
con il bruno manto.

Così dissero gli empi...

"Ma io voglio trovarti,
o mia sorella,"
disse una donna,
ribelle al comando

"ti intravvedo, nel buio,
a notte fonda,
al lume di candela,
alla finestra...

Scorgo il volto di cera,
e l'ombra intensa
dei tuoi capelli...

12

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Jack Ford il 19/10/2010 19:59
    Mi piace, è storica, ed è chiara nella lettura
  • Attanasio D'Agostino il 13/10/2010 20:30
    ... è stupenda... è meravigliosa... è bellissima
    gia lo hanno detto
    aggiungo solo... è incantevole Pina
    un caro saluto Lucia e Tanà
  • laura marchetti il 13/10/2010 19:02
    bellissima proiezione... in un mondo quasi fatato
  • Giacomo Scimonelli il 13/10/2010 17:30
    senza parole...è semplicemente stupenda.. piaciutissima
  • Vincenzo Capitanucci il 13/10/2010 17:25
    Meravigliosa Giuseppina... letta in una magia d'incanto...
    tra i preferiti...
    Le nostre Madri... cantano...
  • loretta margherita citarei il 13/10/2010 16:14
    stupenda, bravissima pina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0