PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Scusa se resto a guardarti

In un mondo
alluminio bruciato friabile
un modo dare tutto senza pretese
non l' azzurro
ne sento la fragilità
non capire
oltre in cui fermare il tempo
inchiostro pezzi di lamiera
stelle fisse da tenere strette
di un cielo voltato a metà
mi vedi lo so
punti in cui cerchiamo di essere vite vere
forzate al nulla
rimandate al dopo
immagino così
distruggendo costruendo
l' io separato
nudo granito massiccio
scusa se resto a guardarti...

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Giuseppe Amato il 18/11/2010 22:20
    Il poeta, l'animo poetico può senza dubbio farsi guidare e le azioni essere conseguenza motivata dalla superficialità, dell'immagine... rimane comunque la grande originalità di parlare a se stessi nel modo che ha fatto tu. Anche qui mi espongo nel commento rischiando una brutta figura.
  • Alessia Amato il 18/11/2010 22:11
    ... sono le immagini che guidano le azioni e dettano le parole le quali trascurando il normale processo biologico scindono nettamente la giovane dall'adulta...
  • Giuseppe Amato il 18/11/2010 20:44
    Ti dichiaro semplicemente che resto basito... sento, forse intuisco... rileggo con voce rauca all'Ungaretti... no l'immagine non si allarga... allora mi immedesimo in una giovane donna... ma la mente che pensa il tuo scritto cammina più svelta delle parole... dammi un aiutino...
  • Aedo il 28/10/2010 16:54
    Versi suggestivi caratterizzati da un'intensa ricerca introspettiva. Brava!
    Ignazio
  • loretta margherita citarei il 13/10/2010 21:20
    intensi versi, ben scritta, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0