PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Uno strappo di pianto

A baciarti
nodo di carne puro
appoggiata allo specchio

ad aprire quel guscio molle
chiudere gli occhi nella tua saliva

per rinascere in te
nelle boccate del tempo

in quel velo torbido che ci separa dal mondo
a culminarci il cuore.

Quando ti tocco nel buio
come una ladra

quando ti succhio come un balsamo
in un annientamento allettante
accendendomi di vita.

E mi nascondo
in quell’abuso di noi stessi
imbevuto di silenzio

noi
invasori e braccati
disarmati e osceni

nello scompenso di questi attimi
uno strappo di pianto

nuda d’amore.

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Engjëll Koliqi il 25/10/2008 17:54
    veramente fortissima
    complimenti!!!
  • roberto mestrone il 10/06/2007 10:40
    Lirica densa di accesa sensualità...
    Brava Tiziana!
    Ro
  • Valerio Palma il 02/04/2007 00:23
    Stupenda... Di un'intensità unica... È il primo 10 che mi capita di dare da quando sono qui, ma questa poesia lo merita...
    Complimenti,
    Vale
  • sara rota il 01/04/2007 23:54
    Bella descrizione, molto vera direi...
  • augusto villa il 01/04/2007 19:33
    Bella e molto intensa, carica d'immagini... Brava!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0