PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il viale del tramonto

Nell'impossibile, e non meno insopportabile, ordito della vita,
non s'accendono guizzi di luce nell'acqua morta degli stagni,
ma sguardi incarboniti della gente che ti sapeva riconoscere,
con un'iride breve germana del mio declinante guardare,
che già lasciarono i grandi viali della riproduzione,
per appalesarsi soltanto tra nastri di terra coniugati con un unico tempo:
dove il meno di un niente è il tempo dell'improvviso riconoscimento,
ma non prelude all'arrivederci, ma solo all'addio.

E mai ci sarà dato di sapere che farsene

 

3
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 05/05/2012 09:46
    splendida poesia complimenti michele

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0