username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Perdita

La sveglia è ferma
- non ha mai funzionato
a dire la verità -
il cappello di paglia
è sopra il comodino
- come un anno fa -

La polvere è fastidiosa
da togliere
ci vuole pazienza
- tu non ci metti impegno
e ti corichi sul letto
riscaldato da trecento giorni
di leggerezza -

Hai fiducia
nei tuoi ricordi
risenti la voce
dei bambini
che giocano a nascondino
dietro i cespugli
- tra le case
infestate di felicità -

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

22 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 18/10/2010 12:24
    Anche l'avanzare del verso sottolinea la sensazione dell'arresto di qualcosa, di una mancanza sostanziale, accolta solo parzialmente e indelebile nell'anima di chi scrive.
  • Dolce Sorriso il 17/10/2010 22:47
    concordo... sei grande Salva...
    grazie delle belle emozioni
    bravo
  • Anonimo il 17/10/2010 19:01
    Perdita...
    E muore un po di noi.
    L.
  • Manuela Magi il 15/10/2010 22:25
    Ammiro il modo che hai per entrare al centro delle emozoni.
  • loretta margherita citarei il 15/10/2010 21:09
    splendida
  • Giuseppe Amato il 15/10/2010 20:05
    "letto riscaldato da trecento giorni di leggerezza"... espressione unica complimenti
  • Fabio Mancini il 15/10/2010 19:29
    Bella positività. Continua così, senza perdere lo smalto. Ciao, Fabio.
  • tania rybak il 15/10/2010 18:57
    condivido il pensiero di Loreta, sempre bravissimo, anzi sei un grande
  • Maurizio Cortese il 15/10/2010 18:38
    Ogni perdita è per riacquistare un po' di più se stessi: sempre significativa la tua poesia.
  • Anonimo il 15/10/2010 18:29
    Il tempo aiuta a guarire tante "malattie", anche la perdita...
    Ciao.
  • Anonimo il 15/10/2010 18:01
    Guardarsi scusa pe l'errore di battitura. Ciao...
  • Anonimo il 15/10/2010 17:59
    La perdita è smarrire la propria leggerezza, i sogni, la realtà , il passato. Basta togliere quello strato di polvere per recuperare la bellezza che si nasconde sotto la patina scura. Ma ci vuole molto coraggio per giardarsi dentro. Poeta unico!!!
  • Ezio Grieco il 15/10/2010 14:06
    .. bella, bella, bella!
    cl
  • carmela marrazzo il 15/10/2010 11:57
    il trascorrere del tempo lo avvertiamo dentro di noi: scorre veloce nella gioia, lento nel dolore. Qui è fermo, come quella sveglia, immobilizzato a un anno fa, quando tutto si è fermato per te.
  • angela ambrosini il 15/10/2010 11:40
    con simone bellissima
  • Vincenzo Capitanucci il 15/10/2010 11:30
    giocano a nascondino.. tra le case... infestate di felicità..

    Incantevole Salvatore... tra i preferiti e su Fb...
  • anna rita pincopallo il 15/10/2010 10:53
    Bravo Salva molto bella
  • Simone Scienza il 15/10/2010 10:07
    Le perdite sono difficili
    da spolverare via

    solo la voce dei ricordi
    scalda le lancette del cuore
    e le fa muovere di nuovo-

    Salva, guardando gli altri commenti sarò ripetitivo, ma è proprio bella.

    Dimmi se c'ho preso almeno un pò.
  • Elisabetta Fabrini il 15/10/2010 09:46
    Veramente una bella poesia... complimenti!!
  • Anonimo il 15/10/2010 09:42
    Ci sento un velo di malinconia, ma la trovo eccezionale, forse una delle migliori, bravo.
  • karen tognini il 15/10/2010 09:38
  • laura marchetti il 15/10/2010 08:07
    bellissima introspezione, un'attesa piena di ricordi e speranze...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0