accedi   |   crea nuovo account

Io, piccolo essere confuso nell'immenso

Io
piccolo essere confuso nell'universo
i cui occhi non vedono che poche cose
la cui mente spazia in un infinito microscopico
la cui ribellione si confonde
nella staticità ricorrente
la cui vita è frazione insignificante
di un attimo cosmico!

Muovo i miei passi
in una realtà relativa e apparente
come una ruota su un rullo
senza neanche spostarmi!

Quando la mia fiammella
si spegnerà,
di me resterà una piccola ferita nell'acqua
e, dopo un istante,
meno di nulla...

Quanto inutili i miei ideali
il mio orgoglio
la mia presunzione ridicola!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

24 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 11/12/2011 13:26
    Grazie, Valentino. Poesia scritta ai tempi del Liceo...
    Oggi, anche alla luce delle tante regressioni, fatte con i miei amici e pazienti, capisco che tutto ha un senso!
  • Valentino Toppani il 11/12/2011 12:54
    ... le ultime tre strofe fanno trasparire un nichilismo con una forte componente personale... che fa pensare... fa pensare chiunque... chiunque pensa alla sua vita... leggendo quasta lirica...
  • Nicola Lo Conte il 08/09/2011 23:11
    Grazie ELY... hai ragione... siamo davvero piccoli e spesso presuntuosi, tuttavia possediamo una scintilla divina e la tenacia per andare avanti e occhi per guardare verso il cielo...
  • Elisabetta Fabrini il 08/09/2011 18:54
    A volte è utile e saggio fermarsi un istante a ridimensionare le nostre ambizioni e i nostri obbiettivi... siamo piccoli e grandi allo stesso tempo... basta leggere dentro di noi con la semplicità e la purezza che appartiene ad un cuore ed un'anima sensibili e immensi... come sei tu!!
  • Nicola Lo Conte il 08/09/2011 15:34
    Grazie, gentilissimo Don...
    Siamo piccoli... pur avendo dentro di noi una preziosa scintilla divina!
  • Nicola Lo Conte il 08/09/2011 15:32
    Grazie, Salvo, anche se in ritardo...
  • Don Pompeo Mongiello il 08/09/2011 13:41
    Una lode particolare per questa tua veramente bella!
  • salvo ragonesi il 07/11/2010 13:55
    Q uando si è giovani si è molto confusi condivido, per foruna che poi prendiamo coscienza di ciò che ci stà intorno e vediamo le cose con unottica diversa. piaciuta. ciao
  • Nicola Lo Conte il 05/11/2010 15:36
    Ciao, Laura
    Siamo tutti scintille di luce divina...
    Resteranno i nostri versi... ma Tu.. quando ce ne regali di nuovi?
  • Laura cuoricino il 05/11/2010 15:06
    Di te resterà il ricordo di chi ti ha conosciuto, di chi ti ha amato e di chi ha letto le tue poesie...
    Siamo piccoli esseri confusi nell'immenso, ma necessari e grandi agli occhi del Padre!
    Ciao, Nicola.
  • Nicola Lo Conte il 05/11/2010 14:44
    Grazie a tutti e a te, Rainalda...
    Certo che resta tutto ciò che facciamo e si completa con il puzzle delle altre vite!
    Sono versi di tanti anni fa, comunque espressione di un momento...
    Ancora grazie
  • rainalda torresini il 05/11/2010 13:49
    Non è detto che non resti qualcosa ad esempio i tuoi versi...
  • Alessandro Moschini il 24/10/2010 14:30
    Bella ed originale Nicola. Bravo
  • Vera Somerova il 24/10/2010 09:10
    ... siamo tutti piccoli ma capaci di provare grandi sentimenti e compiere grandi cose... Bella poesia
  • Anonimo il 24/10/2010 08:15
    a volte l'essere si sottopone ad una dura prova, ma ciò che uno è , è vita, è va vissuta con grande piacere di essere. ciao Salva.
  • Anonimo il 22/10/2010 16:27
    Grande e infinita consapevolezza dell'essere... bellissima!
  • loretta margherita citarei il 17/10/2010 15:49
    ottima riflessione, piaciuta molto
  • Nicola Lo Conte il 17/10/2010 14:52
    Davvero grazie a tutti Voi... l'ho scritta intorno ai 18 anni, ma la sento cmq attuale.
    Francesca, certo che resta come impronta indelebile tutto ciò che facciamo... quindi è giusto e nobile battersi per ciò in cui crediamo!
    Nel momento in cui l'ho scritta volevo solo mettere in evidenza come, a volte, sia fuori luogo, la nostra arroganza e la nostra presunzione.
    Un abbraccio a tutti.
  • Francesca La Torre il 17/10/2010 13:26
    No di noi resta sempre qualcosa: i valori che abbiamo saputo insegnare ai figli che a loro volta trasmetteranno ai loro. Per quelli che non hanno figli saranno anche i conoscenti e gli amici a ricordare un "qualcosa". Comunque bella poesia.
  • Simone Scienza il 17/10/2010 12:23
    La consapevolezza di quanto siamo microscopici
    ci valorizza di fronte all'infinito.

    Nicola... ottima la trattengo
  • karen tognini il 17/10/2010 10:54
    Splendida Nicola... merita 5 stelline...
  • Anonimo il 17/10/2010 10:49
    5 stelle
  • Elisabetta Fabrini il 17/10/2010 10:48
    Siamo piccoli e fragili... ma l'unica vera forza è dentro il nostro cuore!
    Bellissima riflessione...
    Ciao Ely
  • Anonimo il 17/10/2010 10:47
    Complimenti accompagnati da 5 stlle.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0