PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Giustizia non giusta

N'omo
n' artro omo
giudica,
avvalendose
der titolo
de legge
lo manna
in gattabuia;
dopo anni
de cela,
ven fore
l'errore,
senza scusarse,
le retorneno
li quattro stracci
e fori
lo metteno
de nove;
ma per la società
sto pover'omo
è sempre
un ex carcerato,
uno che
er segno porta
pur innocente
essendo.

 

2
6 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 02/08/2012 10:40
    Riflessione attualissima e, purtroppo, sempre più diffusa. L'innocenza davanti alla legge e l'innocenza davanti alla gente son due cose diverse.

6 commenti:

  • Pietro Saltarelli il 26/10/2010 21:22
    Bravo Don, come sempre...
    Hai reso bene il dramma degli errori giudiziari e di quel che ne consegue.
  • ELISA DURANTE il 18/10/2010 09:20
    In pochi versi quanti problemi sottolinei... Bravo Don!
  • Viky D. il 17/10/2010 21:58
    Già quanti casi di malagiustizia... bravo Don!
  • Anonimo il 17/10/2010 13:16
    Molto vero. Ci sono vite rovinate da tutto questo. 1 saluto domenicale!
  • Vincenzo Capitanucci il 17/10/2010 12:49
    La giustizia...è uguale per tutti o quasi...

    Bravo Don.. ci sono state vite rovinate da errori giudiziari..
    anche condanne a morte...
  • Anonimo il 17/10/2010 10:58
    5 stelle accompagnate da complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0