accedi   |   crea nuovo account

Angelo bianco

Artigli di morte sfiorano
l'inizio della tua bellezza,
dentro l'esistenza conosciuta
del tuo viandare domestico.
Ti aggrappi scalciante
all'ultimo alito di vita.
Silente aspetti poi,
dentro il buco nero della morte,
che il mondo torni a parlarti
Angelo bianco.
Ma tutto è vano ormai,
che più non può ridarti
ciò che ti ha tolto!

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Anonimo il 28/03/2011 20:54
    Angelo bianco... Angelo del Signore... tutto è vano ormai Tanà sei un mito...
  • Pietro Saltarelli il 12/11/2010 08:14
    Questa vita. Ma entrerà nella vita vera, piena, eterna, ove Dio sarà tutto in tutti e gioiremo in eterno. Bellissima poesia. Rende in maniera stupenda immagini quasi plastiche e immediatamente visibili.
  • Anonimo il 05/11/2010 11:28
    Già, nessuno potrà ridare ciò che è tolto... un tema che condivido.
  • loretta margherita citarei il 17/10/2010 15:30
    ottima tanà, intensi versi, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0