accedi   |   crea nuovo account

Il tuo giardino

Dove sono andati
i colori
che quando tornavo a casa
mi salutavano allegri?


Dove sono andati
i gigli, le rose, le ortensie,
che mi facevano bloccare gli occhi
e avevo voglia di toccarli?


Dove sono andati
i profumi
che mi facevano restare a bocca aperta
quando, d'estate, passavo davanti a te?


Lo so dove sono andati.
Hanno voluto dipingere l'aldilà
e volare in cielo
a fargli compagnia.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 05/11/2010 14:46
    Dolce e delicata, certo espressione del tuo animo...
  • Aedo il 17/10/2010 23:59
    Una poesia dolce, commovente, che rivela la tua grande sensibilità d'animo. Bravissima!
    Ignazio
  • rainalda torresini il 17/10/2010 19:09
    La dedica è per un mio vicino. È mancato in tre mesi e anche il suo giardino meraviglioso come i suoi cari piange senza di lui. Ogni volta che passo davanti alla terra ormai spoglia mi sento una stretta al cuore e ho immaginato quello che ho scritto.
    Sono felice di leggere il tuo nome Nunzio.
    Manco da un po' e voglio leggere i tuoi racconti. grazie anche a Loretta.
    Ciao, rai
  • Anonimo il 17/10/2010 15:52
    Una poesia che trasmette fortissima la tristezza di una perdita, la malinconia di un addio. Veramente molto bella Rainalda.
    Ciao!
  • loretta margherita citarei il 17/10/2010 15:21
    triste e malinconica piaciuta molto