accedi   |   crea nuovo account

Le foglie non si chiamano per nome

Le foglie non si chiamano per nome.
Le foglie sono tutte numerate.

E la vecchia quercia rossa tra l'abete e la magnolia,
conosceva con certezza ogni numero di foglia.
La Trentotto, piccolina, che piangeva la mattina;
la Settanta, già più grande, che parlava con le ghiande;
e poi c'era la Seicento, timorosa assai del vento;
e poi mille, mille altre: pigre, allegre, tristi, scaltre.
... Ma un bel dì ne nacque una, un po' verde e un poco bruna,
con un numero importante. Lei non era come tante
sue sorelle indifferenti; il suo numero era il Venti
ed amava la Natura. Senza macchia nè paura
continuava a far domande, alla quercia ed alle ghiande:
"Cos'è questo? Cos'è quello? Quante uova fa un uccello?
Perchè il Sole se ne va? ... E domani tornerà??"
Venti era assai curiosa, ed amava ogni cosa.
Le piacevan luna e stelle, api, fiori, raganelle...
Le piacevano perfino i rumori del mattino:
clacson, grida, che frastuoni... ma per lei eran canzoni...!
Poi, un dì, la morse in fretta un'orrenda cavalletta!
"Guarda, Trenta, com'è bella!" disse Venti a sua sorella.
... Tra le foglie era stupore. Però anche un gran dolore:
non sapevan come dire che anche lei dovea morire.
La vedevano cantare, sospirare e ringraziare.
Ogni cosa era gradita e più di tutte era la vita.
Ma era certa la sua sorte: qualche mese e poi la morte.
E così nessuno osò dirle questo. Poi però
quando il sole impallidì, Venti ancora non capì:
"Fa più freddo. Come mai? Trentanove, tu lo sai?
Novantotto, ma che fai, cadi a terra? Dove vai?!
Ma tu guarda qui, ohibò, che colore strano ho...
Com'è bello, giallo e oro! Su, cantiamo tutte in coro
per l'autunno una canzone, per il rosso e l'arancione
che colorano le vie, su, cantiam, sorelle mie,
perchè è sacra anche la morte! Se nell'animo sei forte,
se la vita è stata bella, presto accogli la novella
che morendo porterai tanto bene e non lo sai!
Sei concime importante per far crescere le piante,
sei "crick crack" sotto i piedini di simpatici bambini
sei d'autunno la magia, del poeta la poesia,
sei colore sfavillante, dell'inverno l'aiutante,
sei dolcezza, e poi sei parte di una grande opera d'arte."
"Io ti amo" aggiunse solo, mentre già toccava il suolo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

20 commenti:

  • Paolo il 21/11/2013 04:36
    Complimenti davvero. Bellissima, indimenticabile una volta letta.
  • Chira il 14/10/2013 11:18
    Il senso della VITA che non è solo delle foglie... è splendida in ogni parola e grazie per averla riproposta! Un graditissimo dono.
  • Apfel La Mela il 03/12/2011 16:07
    Grazie!
  • Vincenzo Mele il 02/12/2011 17:15
    wow... veramente bella... mi piace come scrivi
  • Apfel La Mela il 01/12/2011 18:49
    Ehi, grazie infinite
  • antonio castaldo il 05/08/2011 03:13
    splendida!!! troppo bella... me la tengo!
    smack!!
  • Andrea (le tre Botti) il 30/06/2011 12:36
    Ma che simpatico questo "condominio" delle foglie. Bella anche nella "moral novella".
  • Antonio Pani il 29/06/2011 19:13
    Scritto dai toni trasognati, ma caldo e avvolgente allo stesso tempo. Lo stile è davvero gradevole, poichè i versi in rima riescono a trasportare il lettore in modo importante. Adatta ai più piccoli, mostra comunque non pochi spunti di riflessione anche per i meno giovani. Molto apprezzata, complimenti. Forse avrei sistemato diversamente il testo, se mi è permesso. A rileggersi, ciao.
  • Apfel La Mela il 02/04/2011 13:42
    Grazie Orazio
  • Orazio Claveri il 31/03/2011 14:26
    Bravissima, una bella filastrocca per bambini che deve far riflettere molto anche i grandi considerate le verità che essa contiene
  • Orazio Claveri il 31/03/2011 14:24
    Bravissima, molto bella, una filastrocca simpatica all'interno della quale leggo solo verità che dovrebbero anche far pensare i grandi, complimenti
  • Apfel La Mela il 18/11/2010 20:17
    Proprio così! grazie!
  • Anonimo il 17/11/2010 19:10
    Una filastrocca, adattissima ai bambini. Io bambino non lo sono, o meglio l'anagrafe non me lo concede: eppure tra le parole hai lasciato un bel messaggio, semplice ma chiaro. La bellezza dei concetti è che non devono essere troppo complicati per risultare efficaci, e con questa tua hai dato un bell'aspetto "in parole" ad una filosofia che non è da dimenticare. Anche una foglia insegna, o chi per lei ne canta la vita
  • Apfel La Mela il 20/10/2010 20:01
    Grazie Sara ^_^ hai un bellissimo nome: vuol dire principessa... Se mai avrò una figlia, la vorrei chiamare Sara!
  • Anonimo il 19/10/2010 12:55
    Ma che bella! Mi è piaciuta tantissimo!
    Ciao Sara
  • Apfel La Mela il 19/10/2010 00:14
    Grazie!!
  • loretta margherita citarei il 18/10/2010 18:52
    originale
  • Daniela Di Mattia il 18/10/2010 18:16
    Davvero carina anche le rime musicali e non banali brava
  • Apfel La Mela il 18/10/2010 17:40
    Grazie...!!
  • laura marchetti il 18/10/2010 14:55
    bellissima! mi hai fatto venire in mente BANDIERA... mi sono commossa