accedi   |   crea nuovo account

Lettera al mio papà che non c'è più...

Papà,
perchè non ci sei più,
il Signore ti ha preso con sè
troppo presto, a soli 56 anni!
Io non ne avevo neanche 18!!
Forse perchè il più buono
sincero
leale
onesto.
Nei miei ricordi d'infanzia
neanche un litigio con mamma.
Sempre tranquillo per darmi la
serenità.
Ti vedevo soffrire quando io stavo male.
Eri felice quando io lo ero.
Nella tua povertà mi hai sempre dato tutto, ti privavi tu per non farmi mancare niente.
Non avresti mai permesso di vedermi soffrire, ma non preoccuparti... Ce la farò...
Ma ero troppo giovane per capirti...
Avrei voluto vederti con gli occhi di una donna come lo sono ora...
A distanza di anni dalla tua mancanza tutti hanno dei bei ricordi di te.
Hai lasciato un grande segno!
Ti ringrazio per avermi dato la vita! Ti assomiglio tanto di carattere!
Oggi sarebbe stata la tua festa e ti avrei fatto tanti auguri di persona, ma ora è impossibile. Posso solo dedicarti queste umili parole.
E ora ti saluto con un bacio.
La tua Adriana

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

17 commenti:

  • Silvia Nottoli il 07/07/2011 23:48
    È bellissima questa poesia. E io capisco davvero quello che provi. Mio padre è morto un mese fa, a 58 anni, davvero troppo presto. E io ho 18 anni. Avevamo ancora potuto passare tanti anni insieme. Mi manca così tanto... Però, come hai scritto, sono contenta anche anche io di avere molti bellissimi ricordi di lui.
  • carmen dinu il 02/04/2009 11:36
    molto bella e tanta dolore mio papa e andato anche lui la 56 anni il 7 marzo 2009 e ha lasciato un dolore immenso,
  • Annalisa Benevelli il 25/04/2007 14:07
    Volevi molto bene a tuo padre vero???? Bravissimaaaaaaaa
  • Annalisa Benevelli il 25/04/2007 14:07
    Volevi molto bene a tuo padre vero???? Bravissimaaaaaaaa
  • Annalisa Benevelli il 25/04/2007 14:07
    Volevi molto bene a tuo padre vero???? Bravissimaaaaaaaa
  • Riccardo Brumana il 03/04/2007 00:26
    doveva essere un gran uomo. bellissima poesia, brava adriana
  • miryam maniero il 02/04/2007 22:06
    ... e sarà sempre con te a riscaldarti il cuore con teneri ricordi..
    un abbraccio
  • Mario Secondo il 02/04/2007 21:37
    bellissima veramente. complimenti. MS
  • sara rota il 02/04/2007 20:10
    Bellissima, sono sicura che da lassù mentre scrivevi questa poesia si è sentito l'uomo più felice del mondo. Mi raccomando, ogni mattina sorridi e fai sì che ogni sorriso sia per lui, sia lui.
  • Valentina Patrocinio il 02/04/2007 13:34
    Molto bella come contenuto, ma forse sono troppo lunghi i versi. Cmq brava!
  • DOMENICO DE MARENGHI il 02/04/2007 13:28
    È molto struggente. Sono anch'io un papà (il mio non c'è più da oltre vent'anni, ma lo ricordo come fosse ieri). Spero che mia figlia, anche lei della tua età la pensi allo stesso modo...
    Per fare poesia, se accetti il consiglio, ovviamente, dovresti esprimere in poche, dense parole, tutto quello che hai scritto qui. Difficile? Forse, ma con la volontà e un po' di tempo si riescono a fare tante cose. Senza illusioni, perchè la vita è tutta in salita, purtroppo.
  • Bruno Gasparri il 02/04/2007 12:58
    Sono un Papá, ora anche nonno, ho questa fortuna, capisco il dolore, il tuo ricordo d'amore fa si che il tuo Papá viva nel cuore. Ciao Bruno
  • Ezio Grieco il 02/04/2007 11:58
    ... spero che uno dei miei figli, quando sarà, mi scriva una lettera dallo stesso sapore.
    Brava Adriana, mi hai regalato un attimo di... vita!
    Un abbraccio
    Clezio
  • mariella mulas il 02/04/2007 11:39
    Il tempo e la nostalgia fanno crescere il ricordo.
    Ciò per non dimenticare e sentirlo sempre vicino.
    Un bacio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0