accedi   |   crea nuovo account

Prigionia

Guardo
all'orizzonte
e tutto tace.
Il tempo
si rallegra
e il limpido
spazio allieta
la mente mia.
Ma qualcosa
non esulta e
i miei occhi
piangono
rammaricati.
Che simbolo
di tragico nembo
questo grigio
filo spinato, che
taglia morboso
il mio sguardo.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • francesco verducci il 20/10/2010 11:21
    In realtà, il filo spinato è dentro di noi; noi lo creiamo per difenderci per poi diventarne prigionieri.
    Il segreto, forse sta nel non considerare gli altri come nemici ma come compagni di viaggio, nel bene e nel male.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0