accedi   |   crea nuovo account

L'ultimo Ballo

Concedimi un ballo
tra i miei nomi di pietra,

fiori che dolci chiudono gli occhi
e angeli muti color della morte.

La terra bisbiglia un suono
di passi
e denti di scheletri che cantano
un valzer

e piume di corvo
che stridono in volo
bagnate di buio e
di raggi di luna,

e ridi,
sospiri,
t'inchini,
con la falce di ghiaccio che
ti becca sul collo -come un bacio d'addio,
"Benvenuto al tuo inferno".

 

2
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Flavia Castelli il 11/09/2011 14:31
    Gotica... mi è piaciuta molto! Attendo la prossima
  • rais cento il 24/05/2011 23:20
    La morte è l'altra faccia della vita...
  • Anonimo il 30/12/2010 15:04
    Scena che nessuno sa come sarà, e questo tuo dipingerla tetra ma intensa forse leva l'amaro in bocca di quel che significa. Il bacio dell'addio però, potrebbe venire da chi con la persona ha sempre vissuto e non da chi la porta via. Piaciuta!
  • rosanna erre il 19/10/2010 23:41
    Stranamente, dato l'argomento, non la trovo inquietante. Sembra ci sia dell'armonia e della dolcezza in questa notte al cimitero. Una visione diversa dal solito. Scivi bene. ciao
    rosanna

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0