PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Polvere hai chiamato alla Vita

Nel Tuo imperscrutabile Amore
polvere hai chiamato alla Vita.

Mi hai pensato,
amato e voluto
così come sono,
polvere,
imbevuta di difetti.

La Tua Imago mi hai dato
ma io vanamente ho vissuto.
Oggi, breve di giorni
e sazio di inquietudine
son qui,
ad impetrar perdono...

Ho peccato,
ho gioito,
ho pianto,
giorno e notte la mia colpa mi sovrasta.

Ti cerco in ogni dove,
o Padre,
e tutto mi dice di Te.

Donami il Tuo Spirito
perché io possa tornare a lodarti.
Perdonami o Eterno, guarda...
non c'è violenza sulle mie mani
unica mia difesa
è la Preghiera.

Ed io,
sonno non concederò
ai miei occhi
sino a quando
non volgerai su di me
il Tuo sguardo
sereno e benigno.

Amen

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Pietro Saltarelli il 31/01/2012 09:11
    Grazie Massimo. a presto
  • Massimo Genovese il 31/01/2012 00:06
    BELLA MI PIACE MOLTO INTENSA
  • Don Pompeo Mongiello il 02/11/2010 19:31
    Chi tutto può, non solo ti ascolta, ma ti esaudisce, in quanto tu sei anima eletta.
  • Maria Teresa il 31/10/2010 18:34
    Bella preghiera, molto sentita e intensa.
  • tania rybak il 31/10/2010 12:10
  • laura marchetti il 22/10/2010 08:11
    preghiera piena di fede... ognuno dovrebbe riservarsi un angolo di speranza da cui guardare il mondo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0