accedi   |   crea nuovo account

L'amore dissonante

Cadono come note
di una scala diminuita
trasportate da una strana spirale
di dolce tristezza
che sgorga limpida e fredda
dalla sorgente dei miei occhi.

Stona la vita
osservata dalla torre
del tuo palazzo di cartapesta
ascoltata nelle tue note sinistre
dove nascondi certezze
a te sconosciute.

Suoni la tua melodia
con sicurezza tradita
imbevendo d'arsenico
l'archetto del tuo violino
che si fa pugnale sulla tua lingua...

... e mentre ti avvii tristemente impostata
al finale di questa tua esibizione
sul palco del tuo sterile orgoglio
nemmeno ti accorgi
che hai preso una stecca.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti: