username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ventotto ottobre

Mi culla il tuo ricordo
foglia sul ramo
ancorata a queste tue radici.
Ritorna un vento gelido,
soffia sul cuore
un interminabile dolore,
un cielo pallido di lacrime
bianco di assenza,
le voci basse per non disturbare
il tuo riposo,
stanco come quel cielo
muto di parole.
Come un pianto d'autunno
ritornano le note
del silenzio
di una foglia
che si stacca dal ramo.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

14 commenti:

  • Claudia Costa il 24/07/2012 22:42
    in bilico tra vita e morte... sublime...
  • Anonimo il 26/10/2010 05:04
    poesia pura... pura poesia Mi culla il tuo ricordo
    foglia sul ramo
    ancorata a queste tue radici.
  • Antonietta Mennitti il 24/10/2010 11:49
  • tania rybak il 23/10/2010 23:25
  • Alessandro Moschini il 23/10/2010 22:02
    Laura mi tocchi il cuore. Ti abbraccio.
  • Don Pompeo Mongiello il 23/10/2010 11:37
    Bella dedica per chi non c' è più. La mia ultima invece fa tanto schifo da non meritare né commenti né voti.
  • Falco libero il 23/10/2010 10:57
    Un bellissimo amaro ricordo di un amore spezzato.
    Brava
  • loretta margherita citarei il 22/10/2010 21:15
    malinconico ricordo molto bella
  • Dark Side il 22/10/2010 20:30
    una malinconia che sa di pioggia autunnale, splendidi versi, complimenti
  • Salvatore Ferranti il 22/10/2010 19:23
    sei sempre più brava... non smettere mai di scrivere...
    baci
  • Elisabetta Fabrini il 22/10/2010 17:40
    Il dolore si riaffaccia.. in silenzio.. ed ogni volta ci gela il cuore!
    bella, molto bella!
  • Auro Lezzi il 22/10/2010 17:21
    Ed un fiore era spinto dal vento... Intorno al tuo cuore.
  • Attanasio D'Agostino il 22/10/2010 16:35
    ... Ritorna un vento gelido,
    soffia sul cuore...

    Il dolore di una foglia che cade non si vede...
    ma quanto il vento soffia sul cuore produce lacrime.
    Molto bella, un caro saluto Tanà.
  • Simone Scienza il 22/10/2010 13:39
    un cielo pallido di lacrime
    bianco di assenza,

    ritornano le note
    del silenzio
    di una foglia
    che si stacca dal ramo.

    Smuovendo il terreno
    di dolori e malinconie
    l'autunno
    soffia su vecchie fragilità

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0