PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Madida mente

Alla deriva
mi lascio trasportare
dalle correnti calde
del tuo corpo
fluttuando in questo oceano
di lenzuola disfatte
e cuscini stropicciati.

Questo è tutto ciò che resta
di questa tempesta dei sensi
che mi ha visto impotente
al timone impazzito
della mia volontà
e che tutto ha travolto
risucchiandomi nel vortice
tentatore e vorace
delle tue gambe
senza via di scampo.

Furiosamente hai cosparso
il mio corpo del tuo prezioso sale
mordendo il mio collo
e succhiandomi il sangue
rosso vivo come la cupidigia
traboccante dai tuoi occhi
di dilaniarmi
di avermi profondamente
dentro al tuo ventre.

Sai di piovra e conchiglia
squalo e sirena
anaconda e delfino
mentre un raggio di sole
attraverso la serranda
trafigge il tuo seno
lasciandoti cadere
abbandonata e madida di passione
sopra di me.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Alessandro Moschini il 24/10/2010 14:20
    Grazie a tutti. Vi abbraccio.
  • laura marchetti il 24/10/2010 08:54
    STUPENDA!! senza parole...
  • Nicola Lo Conte il 23/10/2010 22:58
    Intensa passione...
    poetica...
    "Sai di piovra e conchiglia
    squalo e sirena
    anaconda e delfino"