username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Là, dove rinasce la vita

Le lacrime...
oggi è una fantasia,
figlie di uno stesso sorriso,
nate dallo stesso pianto,
sgorgate dalla stessa sorgente.
C'erano una volta, poi
rapidamente, come sono arrivate,
sono scivolate via,
nelle rapide e nei salti della vita,
costrette dai nostri stessi argini,
seccate al vento di un'indifferenza,
inghiottite dall'assenza,
intrappolate dentro la presunzione,
costrette dietro il muro di un'omertà,
mascherate dietro il vittimismo della solitudine,
voce del silenzio che uccide le lacrime,
alleato da sempre della morte.
Che fine ha fatto Sakinè e gli altri fratelli?
E le nostre lacrime di coccodrillo?
Perse... nel sangue versato
di vittime dell'odio,
dell'ignoranza, della prepotenza,
delle ingiustizie di un mondo
al quale abbiamo dichiarato guerra
che non ha più lacrime
per piangere e occhi per vedere,
cieco del proprio egoismo.
Ci separa un mare...
ci allontanano le onde di un vuoto,
dove annegano clandestine le speranze.
Se io fossi lacrima, come sono e fui
scorrerei nell'aridità del deserto
e mi fermerei rugiada,
là, dove rinasce la vita.

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 01/11/2010 21:23
    Cito testualmente: "Anche se il giudizio è definitivo e applicabile, il verdetto è stato sospeso per ragioni umanitarie e per ordine del capo dell'autorità giudiziaria e quindi al momento non sarà eseguito".
    Mi piace pensare che anche la tua poesia sia servita ad allungarle la vita.
    Grazie.
  • franco buldrini il 25/10/2010 10:27
    Un mondo difficile da vivere e da interpretare. Poesia che affronta un tema in profondità con delicatezza.
  • Maurizio Cortese il 24/10/2010 22:17
    Poesia che lascia stupiti, per il messaggio e la resa poetica: chiusa da incorniciare.
  • Giuseppe Amato il 24/10/2010 20:22
    Brava, veramente... fai diventare armi per combattere ingiustizie anche le lacrime in cui ti immedesimi
  • ELISA DURANTE il 24/10/2010 18:14
    Un'indignazione a cui mi associo! Ci sono capitoli che non finiscono mai e non serve piangere se poi la memoria svanisce. Sei sempre grande!
  • niche chessa il 24/10/2010 18:14
    Complimenti è davvero bella e originale!
  • giuliano cimino il 24/10/2010 15:45
    meravigliosa davvero scorrevole emozionante, e vera
  • Alessandro Moschini il 24/10/2010 14:28
    È veramente meravigliosa...
  • Salvatore Ferranti il 24/10/2010 13:29
    una poesia strepitosa.
    complimenti Lauretta, poetessa del cuore.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0