username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un Sogno

Fu come un lampo
senza la pioggia appresso
che tagliò il cielo
nell'ombra di un riflesso
tutto comparve
sotto le ciglia attente
tutto ascoltava
bisbiglio travolgente

Guardare immobili
l'ascesa di un incanto
scoppiare in cielo
in lacrime d'argento
saltare ostacoli
come sa fare il vento
mangiare e bere
soltanto il sentimento

Un Sogno
Rivoluzione
cratere in fiamme
in continua eruzione
terra spaccarsi
sotto i piedi
a quel che vedi forse
ancora non credi

La seduzione
annusi quel sentiero
sai che da sempre
sei stato suo davvero
sai che sei preda
del bianco tuo destino
sarai carnefice
nel rosso sta quel volo

Un Sogno
Rivoluzione
onde d'oceano
a sovrastare il dolore
nessun rimpianto
né incertezza
ma nel respiro
muore un'altra carezza...

Quell'atterraggio
crudele e doveroso
toccò la terra
era un pezzo di cielo
nessun ricordo
dopo quell'accaduto
soltanto un foglio
giallo, sottile
e muto.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • laura cuppone il 02/11/2010 20:09
    sembra una canzone, lo ammetto...
    forse lo é...
    non amo i ritmi troppo serrati, definiti, in genere non amo armonie stilistiche, generi... (si vede... ) forse perchè non son capace di poetare nella maniera "giusta"...(???)

    grazie a tutti!!!!!
    Laura
  • Giacomo Scimonelli il 29/10/2010 10:40
    stupendamente bella... complimenti Laura
  • Paola B. R. il 28/10/2010 20:18
    Bellissima!!!
    Le prime due strofe
    sono ECCEZIONALI!!!!!!!!
  • Anonimo il 26/10/2010 00:05
    Le tue poesie sono molto particolari.
    Bella.
  • antonio monteleone il 25/10/2010 22:22
    Una poesia musicale che si legge con ritmo, mi sembra una Laura inedità ogni verso crea diverse immagini e interpretazioni ma in fin dei conti è un sogno.
    Ciao cara
  • Salvatore Ferranti il 25/10/2010 21:22
    leggere le tue poesie è bellissimo...
    complimenti laura
  • ELISA DURANTE il 25/10/2010 19:35
    Questa poesia ti trascina con le immagini evocate e la musicalità. Molto piaciuta!
  • giuliano paolini il 25/10/2010 12:25
    c'è chi ha preso l'influenza e ci tiene lontano per paura di contagiarci o forse si è fatto venire la febbre proprio per tenerci lontano, il cielo lampeggia per ricordarci che c'è sempre una festa in atto da qualche parte ma noi ci lavoriamo sopra e dimentichiamo di santificare la vita, a proposito ma tu mia dolcissima amica non lavori mai? un bacetto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0