username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sito, sesso e fantasia

La mesta Teresa
in un poetico prato
cantando, sorpresa,
trovò un fidanzato.
Un poeta d'ardore,
sentendo che soffriva,
capì nel suo cuore
che quella s' offriva.
A un incontro l'invitò,
per un intimo bisogno,
ma quella tentennò
perché voleva il Sogno.

< Tu lasciami salva, coll' anima pura,
del peccato lo sai ho tanta paura.>
< Ma verrai? > < Sì, verrò,
ma bada però
che io vado al sodo. >
< Polletta che odo?
io sono caliente
e buon sangue non mente! >

Tra sguardi ed abbracci
l'incontro ci fu,
preser su quattro stracci
e fuggirono in Perù.
Lui divenne re, lei la sua regina,
del mondo non gl'importa,
lei è la sua ciliegina
di un'assai sudata torta!
Più non scrissero ai parenti
e non scrissero agli amici,
sono effetti ricorrenti
quando si ama e si è felici.

Teresina, ormai giuliva,
aggrappandosi all'oliva
gridava assai distesa:
"M'ha presa! M'ha presa!"
E dimenticò, tapina, d'avere già un marito
con promessa e fede al dito
e, mentre cucinava e lavava, cantava
e anche quando scopava di lui così cantava:
< Mi aveva trascurato,
cercavo un fidanzato,
un'anima gemella
che fosse tanto bella! >
Teresa, attenzione,
Non far confusione!
I lupi son tanti
confusi tra i santi!
Tienti forte, ti rammento
che hai tradito un sacramento
per entrare dentro il letto
di un maschio che ha un difetto.
Nell'amare, avrai notato, emette forti gemiti:
non è per la passion ma perchè è pien di debiti!

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 23/07/2013 15:20
    È UN COMMENTO CHE FACCIO CON IL SENNO DEL POI... CHE SCHIFO!!!... È UN ABOMINIO DI ODIO E GELOSIA... TU SEI UNA LETTERATA E DI QUESTO TI RENDO ATTO MA IO SONO UN'EMPATICA... LE FACCENDE PERSONALI SI SBRIGANO NELLA PRIVACY. GENTE COME TE.. STA DEVASTANDO QUESTO SITO... VEDI DI FAR SPARIRE TUTTI I VARI NICK ANONIMI, PSEUDONIMI, ETERONIMI, E... I... PERCHÈ CI HAI VERAMENTE SPAPPOLATO L'ANI MA -RINA... E BELLO CHE MI CERCAVI PER RECENSIRE QUESTA ROBA CHE OFFENDE IN MODO FALSAMENTE CELATO DELLE PERSONE STUPENDE CHE IO STIMO CON TUTTO IL CUORE... VATTENE VIA DI QUA!!!!!

88 commenti:

  • Tore Martino il 02/03/2015 18:59
    Adesso che sono traascorsi
    4 anni di orrore
    quel letto giulivo
    ha un cattivo odore

    il lercio letame che lui defecava
    fino all'atrio di casa si propagava
    la sora poletta con la fede al dito
    urlava a squarciagola ma mettiti il tappino

    la tempesta perfetta
    lui volea glorificare
    e tutta la stanza
    lui volle inondare

    il tempo è volato
    così in fretta
    e la teresa si rasò la foresta

    lui la guardò con la faccia sgomento
    pensando di aver perso la causa nel cesso.
  • Anonimo il 02/03/2015 18:26
    ahahahahah... non la conoscevo questa ballata... fantastica, in una tragedia d'amore riuscire a far ironia è geniale. Ma più godibili ancora sono i commenti anonimi dei due interessati... sono fantastici quei commenti... leggeteli... sono di Teresina e del maschio che ha un difetto... troppo da ridere.
    Poi notare: è del 2010... il sito era una chicca... se questo povero imbecille e l'altra oca giuliva cioè Teresa, mollavano il sito ora saremmo il più bel sito d'Italia... gli altri web Master ce lo invidiavano... io non so cosa ne pensano ora i vari autori, tra i quali molte donne... rileggete i vostri commenti, prego... ora sapete anche chi erano i due dell'ave maria...
  • Stanislao Mounlisky il 02/03/2015 15:34
    ... i due dell'ave Maria quando ancora non sapevamo chi erano...
  • donata il 11/01/2015 09:54
    Ho letto con gran divertimento la vicenda della mesta Teresa, poesia alla quale son giunta attratta dal titolo... complimentissimi per l'ironia di cui fai gran sfoggio!!!! Tu, non hai certo peli sulla lingua e questo mi piace così tanto che ora leggerò tutte le altre poesie! Povera Teresina che sorte meschina!!!! Ahahahah... ben le sta! Ciao
  • Anonimo il 23/07/2013 15:18
    È UN COMMENTO CHE FACCIO CON IL SENNO DEL POI... CHE SCHIFO!!!... È UN ABOMINIO DI ODIO E GELOSIA... TU SEI UNA LETTERATA E DI QUESTO TI RENDO ATTO MA IO SONO UN'EMPATICA... LE FACCENDE PERSONALI SI SBRIGANO NELLA PRIVACY. GENTE COME TE.. STA DEVASTANDO QUESTO SITO... VEDI DI FAR SPARIRE TUTTI I VARI NICK ANONIMI, PSEUDONIMI, ETERONIMI, E... I... PERCHÈ CI HAI VERAMENTE SPAPPOLATO L'ANI MA -RINA... E BELLO CHE MI CERCAVI PER RECENSIRE QUESTA ROBA CHE OFFENDE IN MODO FALSAMENTE CELATO DELLE PERSONE STUPEDE CHE IO STIMO CON TUTTO IL CUORE... VATTENE VIA DI QUA!!!!!
  • giorgio giorgi il 25/02/2013 20:17
    Bella, arguta e simpatica rivitazione della vispa Teresa.
  • mirtylla il 31/01/2012 15:19
    Divertente e simpatica... povera Teresa...
  • Grazia Denaro il 24/01/2012 00:22
    Poesia divertente e simpatica!
  • Anonimo il 18/12/2011 14:04
    Soprattutto mi rivolgo al suo commento postato sotto la sua stessa opera che recita:
    "ELISA DURANTE il 20/01/2011 22:51
    Per Giulio relativamente ad Augusto.
    Effettivamente la "Teresa" è una poverina ( una piccola, fragile e tenera "sepolcra imbiancata" e poveretti sono amante (che ha abboccato all'idea peregrina dell'anima gemella) e marito (che però alle corna era già abituato). Però, e qui parla la Medea che in ogni donna vive, non vogliamo certo privare la Teresa della sua fregatura: gliela lasciamo, tutta intera!"
    Se questa è sensibilità e nobiltà d'animo! Mah, non merita certe attenzioni e mi dispiace.
  • Anonimo il 18/12/2011 13:57
    Che orrore! Sembra la descrizione pù volgare di un bordello. Non la trovo proprio in linea con l'intimo sentire che ella vuol farci intendere.
    Ma cos'è che la spinge a cotante volgarità gratuite? Non sarà forse livore?
    Auguri!
  • Anonimo il 18/12/2011 09:26
    Ops, ho visto un commento della Marina (marinablu).
    Ma che Elisa, non scrivi, ma continui a commentarti da sola con altri nomi?
  • Anonimo il 18/12/2011 09:25
    Faccio mio e concordo col comment di Floriana Bianchi del 25/10/2010
    "Mi spiace, son fuori dal coro, escludendo le rime, non leggo un poetare degno.
    Luigi Sailer scrisse "La farfalletta", nota come la "Vispa Teresa", continuta da Carlo Alberto Salustri alias Trilussa, poesia dedicata alla Principessina di Savoia-Carignano.
    I poveretti si rotoleranno nella tomba leggendo questo scempio... se devi scrivere non infastidire i morti!"
    In effetti la tua non è poesia, ma solo volgarità gratuite.
  • augusto villa il 18/12/2011 00:03
    Simpatica e gradita... ahahah... piaciuta!
    ----------------
  • Graziano Giudetti il 24/11/2011 17:50
    mi sono divertito e gioito
  • roberto caterina il 18/11/2011 16:08
    carina questa rivisitazione della vispa teresa..
  • Nicola Lo Conte il 21/10/2011 13:19
    Bella storia... scorre bene e ha la sua morale!
  • Marina il 21/10/2011 07:29
    molto bella! ben ritmata! davvero brava!
  • nemo numan il 18/09/2011 07:14
    mi... piace... molto bella...
  • niche chessa il 12/09/2011 11:00
    Oh l'ho letta solo oggi! Una storiella frequente narrata con grande spirito e molto divertente! Bravissima!!
  • Spina il 07/09/2011 07:07
    Molto iroica questa poesia! Ma quanta santa verità celata nelle tue parole! Mi piace molto
  • Raffaele Arena il 06/09/2011 00:25
    Ironica, graffiante, forse riferita a un fatto vero!" Comunque bella. Brava!
  • Anonimo il 26/07/2011 10:58
    Tieni forte, ti rammento che hai tradito un sacramento. Piaciuta
  • Anonimo il 23/07/2011 21:24
    da musicare... hip op? o rap? bellasì!!!!!! e divertentissima
  • Noir Santiago il 16/06/2011 17:27
    lupi son tanti
    confusi tra i santi!
    ahahahahah, spassosa davvero. Scrivi davvero bene Elisa.
  • Graziano Giudetti il 09/06/2011 16:40
    Una lirica che si fa leggere d'un fiato ed oltre che allegra è anche ritmica.
  • alberto p il 09/06/2011 10:44
    molto bella e divertente...
  • Graziano Giudetti il 02/06/2011 17:42
    Ciao Elisa, la tua lirica accende il cuore, ma anche la natura in cui sai immergerti.
    Graziano
  • Stefano Cincinelli il 31/05/2011 07:10
    A proposito della volgarità di linguaggio, avete mai letto i sonetti dell'Aretino?
  • Valeria Lombardozzi il 30/05/2011 23:24
    Simpaticissima! il tuo stile è proprio particolare...
  • Anonimo il 30/05/2011 18:22
    ahahah! spassosissima e ben scritta... e sta volta il taglio retrò ci sta tutto!
  • Anonimo il 10/05/2011 16:10
    Miseriaccia quanto mi piace... scrivi moooooooolto bene!
  • Sandra Checcarelli il 15/04/2011 22:07
    Bellina e fuori dall'ordinario... curiosa e teatrale. Brava!
  • soffice neve il 10/04/2011 10:37
    caspiterina mi è piaciuta tantissimoooooooo!!!
  • Don Pompeo Mongiello il 07/04/2011 19:33
    Poesia che merita il plauso della mia modesta persona. Complimenti dunque!
  • lucia pulpo il 03/04/2011 17:05
    Grandissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/03/2011 15:30
    Giunto alla fine di questa simpatica, ironica ed estroversa poesia, mi hanno fatto riflettere i versi "ti rammento che hai tradito un sacramento". Le scappatelle, infatti, fanno dimenticare spesso la sacralità del matrimonio. Mi riferisco sia alla donna che all'uomo, che pur di far brillare il proprio talento di femmina e di maschio sono destinati a mostrarsi dal proprio lato nascosto di sventurate eroine. L'avventura, lo dice la parola stessa (ad venturam), riserva sorprese e non sempre piacevoli; se si considera poi che adventurus è un participio futuro latino che significa "accidente", vi lascio immaginarne le conseguenze! Comunque, sono lieto di poter affermare che questi versi sono l'esibizione di una cultura immaginativa molto pronta e utile per chi vi sa leggere tra le righe.
  • ELISA DURANTE il 20/02/2011 18:30
    Grazie a tutti coloro che hanno recentemente apprezzato e commentato questa satira birichina!!!
  • Sabrina Ginaldi il 20/02/2011 12:37
    Molto simpatica, complimenti!!!!!!!
  • pietro luigi crasti visintini il 17/02/2011 17:56
    .. simpatica, divertente.
    Potrebbe essere base per uno spettacolo
  • Anonimo il 07/02/2011 03:01
    Molto simpatica, vera, ammonitrice, perc certi versi. Mi è piaciuta proprio tanto (anche divertente, direi...).
  • Manuel Cassina il 02/02/2011 18:28
    Molto divertente. Non ci vedo niente di volgare...
  • ELISA DURANTE il 20/01/2011 22:51
    Per Giulio relativamente ad Augusto.
    Effettivamente la "Teresa" è una poverina ( una piccola, fragile e tenera "sepolcra imbiancata" e poveretti sono amante (che ha abboccato all'idea peregrina dell'anima gemella) e marito (che però alle corna era già abituato). Però, e qui parla la Medea che in ogni donna vive, non vogliamo certo privare la Teresa della sua fregatura: gliela lasciamo, tutta intera!
  • giulio costantini il 20/01/2011 10:52
    @elisa carina... realistica... antica..
    @augusto villa mi chiedo se la poverina è teresa o quei poveracci (amante e marito) che il Destino li ha assegnati a questo triste incontro...
  • Anonimo il 18/01/2011 12:17
    Una poesia che fa anche sorridere. In un momento che in Italia succedono cose "strane" almeno ci facciamo una risata in tutta libertà!
  • IIIo gem il 17/01/2011 20:28
    più che la mesta teresa... direi la vispa teresa! piaciuta!
  • Roberto Tommasi il 14/01/2011 14:07
    Fiaba in salsa moderna...
  • augusto villa il 03/01/2011 22:20
    Mammamia... povera Teresina!...
    Bella, divertente... e purtroppo... spesso vera.
    ----------------------
  • Romy Begum il 26/12/2010 01:36
    divertente, mi è piaciuta
  • roberto iadicicco il 08/12/2010 22:43
    bella e divertente in mezzo a questa gente
    che sembra voler più soffrire
    che loro divertire
  • danilo il 08/12/2010 02:52
    La volgarità di questa poesia, regna solo nella mente di chi la cerca..
    rilassate le labbra e regalateci sorrisi, perchè dalla nostra imperfezione prende vita l'illusione...
    Ciao ciao.
  • enrico casciani il 07/12/2010 10:37
    anche te mica ci vai giù di scartina!!!!!!! mi ha fatto olto ridere di gusto sopratutto l ultima strofa. Certo che se ci hanno debiti è fficile trvare i soldi x la vispa teresa
  • ELISA DURANTE il 30/11/2010 18:29
    Grazie di tutto cuore per l'apprezzamento ai commentatori di novembre!
  • sabrina gambardella il 30/11/2010 17:38
    molto carina... sapiente tecnica che fa riferimento alla vispa Teresa.. buon ritmo incalzante... leggera e volatile... brava davvero!
  • laura cuppone il 25/11/2010 16:11
    carina...

    Laura
  • giuliano cimino il 23/11/2010 10:34
    fantastica complimenti x la metrica
  • Nicola Saracino il 21/11/2010 18:26
    Fa ridere e riflettere. Niente di grave. N
  • Claudia Ravaioli il 20/11/2010 20:35
    ah ah! bellissima!
    muchas gracias Elisa!!!
  • Anonimo il 19/11/2010 03:21
    Dissacrante ironia su un tema "caldo" com'è il tradimento... simpatica
  • Anonimo il 17/11/2010 23:41
    forte simpatica se dobbiamo vedere i morti che si rivoltano nelle tombe al giorno d oggi dovrebbero esserci ben più terremoti di quelli che ci sono
  • Anonimo il 16/11/2010 16:59
    Un momento di leggerezza... il tempo di un sorriso, piaciuta!
  • Anonimo il 16/11/2010 15:19
    Oh, questa è davvero completa! Mi piace tantissimo!
  • Bob di Twin Peaks il 12/11/2010 13:08
    molto apprezzata e raggiunge l'obiettivo del sorridere
    la rima "vado al sodo - polletta che odo" mi gusta troppo

    critiche oggettivamente infondate e esagerate
  • Anonimo il 05/11/2010 18:38
    Vispa composizione di versi giocosi che sanno di autobiografico... L'amore... cosa non si fa per questo sentimento che non sempre è tale, vero ed incondizionato? Mi piace pensare che si creda almeno nella poesia in un sito che ne raccoglie una considerevole quantità. Bella! Complimenti!
  • Nenia Samael il 03/11/2010 21:17
    SEMPLICEMENTE GE-NIA-LE!!!
  • Anna Maria Russo il 01/11/2010 20:25
    Bella mi ha fatto sorridere... brava
  • ELISA DURANTE il 01/11/2010 07:31
    PER SALVATORE - È di Trilussa anche questa che mi proponi, la conoscevo ed è indubbiamente divertente. Ora che ci penso, potrei prenderla a modello per una parodia, così come ho fatto con il seguito trilussiano della "Vispa Teresa", che è risultato molto gradito. Grazie dell'idea!
  • Giacomo Scimonelli il 29/10/2010 10:28
    divertente ed ironica al punto giusto... la poesia è poesia... in qualunque modo si vogliano esprimere i propri stati d'animo.. le proprie idee... ma ognuno è libero di commentare come meglio crede... un applauso a tutti gli amici del sito in ogni caso... i commenti belli o brutti servono sempre...
  • Anonimo il 28/10/2010 21:08
    la via più breve è togliere la "poesia"...
  • Don Pompeo Mongiello il 28/10/2010 20:07
    Piaciuta ed apprezzata, lascia perdere ogni commento, sii sempre te stessa, poiché la poesia è libertà di espressione senza nessuna raccomandazione.
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 27/10/2010 23:12
    peccato l'aver iniziato
    con rima alternata
    ed aver continuato
    con più umile baciata

    al mondo c'è sempre meglio
    pur dell'oro o dell'acqua vite
    ma se non si è proprio sveglio
    si festeggia pur la pirite.
  • ELISA DURANTE il 26/10/2010 18:27
    Ma vedi che simpatica discussione è nata! Ne sono assai contenta!
  • Gianmarco Dosselli il 26/10/2010 17:41
    Parole veritiere quanto commenta Laura cuoricino.
  • Laura cuoricino il 26/10/2010 16:39
    La poesia DEVE essere solo poesia!
    La correttezza nel linguaggio è d'OBBLIGO!!! Non siamo solo noi a leggerci!!!
    Credevo fosse un Sito di poesie, NON di volgarità...
  • Fabio Mancini il 26/10/2010 13:28
    Il tuo bel titolo si è quasi trasformato in: "Sito, sangue e sesso!" Grazie alla tua spiegazione ho compreso la tua cultura letteraria, ma siccome sono un po' tardo, potresti piegarmi tutto daccapo? Non confido tanto in me stesso, quanto piuttosto nella tua paziente, amorevole, dolcezza. E sul mio commento, allego per te un bacio. Ciao, Fabio.
  • Enrico Scarcella il 26/10/2010 08:40
    Stupendi ed ironici i tuoi versi. Complimenti.
  • Anonimo il 26/10/2010 04:57
    Piccante. mai volgare
  • Anonimo il 26/10/2010 01:15
    a me è piaciuta molto invece... anzi, se posso, dato che suono la chitarra mi piacerebbe tanto scrivere qualcosa e trasformarla in musica, in stile Caparezza!!!!
  • Anonimo il 25/10/2010 22:45
    Mi spiace, son fuori dal coro, escludendo le rime, non leggo un poetare degno.
    Luigi Sailer scrisse "La farfalletta", nota come la "Vispa Teresa", continuta da Carlo Alberto Salustri alias Trilussa, poesia dedicata alla Principessina di Savoia-Carignano.
    I poveretti si rotoleranno nella tomba leggendo questo scempio... se devi scrivere non infastidire i morti!
  • carolina verzeletti il 25/10/2010 22:41
    veramente bellissima
  • Dolce Sorriso il 25/10/2010 22:31
    FORTE, una poesia divertente e ironica,
    molto apprezzata
  • Simone Scienza il 25/10/2010 21:50
    Questa è adorabile se ne va tra i preferiti,
    sia per le rime che per il contenuto,
    versato senza tanti complimenti
    quelli ce li metto io e gli amici quì presenti
  • loretta margherita citarei il 25/10/2010 21:31
    beh ognuno fa quel che gli pare no? ma di terese e terosoni ce ne sono nei siti a milioni ironica
  • karen tognini il 25/10/2010 19:48
  • laura marchetti il 25/10/2010 19:43
    ironia allo stato puro e pure verità
  • ELISA DURANTE il 25/10/2010 19:25
    ... succulenta vendetta!!!!!!!!!!!
  • Anna G. Mormina il 25/10/2010 19:14
    ... caspiterina!!! divertentissima.. ihihih!... molto piaciuta... brava Elisa!
  • rainalda torresini il 25/10/2010 19:06
    Divertente. traspare una sadica punizione per chi tradisce. non è così?
  • Gianmarco Dosselli il 25/10/2010 18:21
    Compatibile e degna della versione rimata. Anche stavolta premio Elisa con un plauso mio virtuale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0