accedi   |   crea nuovo account

Brecce d'incoscienza

Il ricordo m'inonda
di parabole d'incenso e fango
schizzate tra cielo e asfalto
quali nubi sfregiate dal vento...

Come una carezza
lentamente stesa
su di un mare incostante
d'inquietudini e certezze,
dolcemente crollano
pareti di quercia e amianto
da una sponda all'altra del tempo,
aprendo brecce d'incoscienza
lungo il solco
di un'impalpabile esistenza...

E così riemergo
da una chiocciola di scale senza fondo,
sentendo il mondo girare a perdifiato
sotto i piedi...

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • loretta margherita citarei il 27/10/2010 21:25
    insicurezza e voglia di reagire, bella poesia introspettiva
  • Anonimo il 27/10/2010 19:38
    C'è forza e fragilità nei tuoi versi... incostanti e tenaci... una lotta...
    Ben lungi da essere brecce d'incoscenza, leggo voglia e determinazione nel voler esserci, mescolata a tanta paura.
    Complimenti Gaspare... un gran bel sentire il tuo!
  • karen tognini il 27/10/2010 15:19
    E così riemergo
    da una chiocciola di scale senza fondo,
    sentendo il mondo girare a perdifiato
    sotto i piedi...

    grande... bella.. bella
    complimenti!

    k
  • Vincenzo Capitanucci il 27/10/2010 14:53
    Piaciuta molto... Gaspare... le parole scorrono fluide.. avvolgenti... riemergendo da una impalpabile incoscienza...
  • Ezio Grieco il 27/10/2010 12:58
    Letta con piacere!
    Bravo!
    cl
  • Gaspare Serra il 27/10/2010 09:35
    Nota dell'Autore:

    Commenta la poesia o esprimi le tue considerazioni anche sul blog "Panta Rei", alla pagina:
    http://gaspareserra. blogspot. com

    Visita, inoltre, la nuova pagina facebook "Poesia e Libertà", su:
    http://www. facebook. com/poesie. diGaspareSerra

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0