accedi   |   crea nuovo account

Aspettando TE

Penso alla tristezza
quando tutto passa
e si spengono le luci.
Come un attore,
dimenticato dal suo pubblico,
un genitore dai suoi figli,
un porto senza un faro,
un camino senza un fuoco,
una tomba senza una luce.
Era Natale allora,
le cassette d'uva
per la recita a scuola,
le parole dimenticate
di quella poesia,
la voce tremante,
il cielo di stelle,
il profumo del muschio bagnato,
di arance colorate,
le statuine di terracotta.
Era piena di speranze l'attesa.
Ho una collana di luci
nel mio balcone,
perchè l'attesa possa
essere una luce accesa,
che non si spenga mai.

 

1
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • arjan kallco il 14/02/2012 17:28
    La vita e' il palcoscenico di tutti i giorni nostri...
  • Giacomo Scimonelli il 19/12/2011 15:11
    riletta.. stesse emozioni di un anno fa...
  • grazia savonelli il 13/05/2011 21:42
    intensa con immagini nitidissime bravissima
  • loretta margherita citarei il 29/10/2010 21:24
  • Giusy Lupi il 29/10/2010 16:40
    Una luce accesa che non si spenga mai... bella...
  • Anonimo il 29/10/2010 13:26
    ... una luce di speranza sempre accesa...
  • Dolce Sorriso il 29/10/2010 12:28
    che bella!! Laura cara sai fare con semplici parole una bellissima poesia...
    brava
  • Giacomo Scimonelli il 29/10/2010 11:21
    se tu vuoi... non si spegnerà mai...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0