PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Afa generica

Dei tenui capelli, ondeggia la chioma
al ritmo dell'afa, quasi immobile.
Carnosi cibi vincono le scialbe energie,
oh se parlasse quell'inimitabile luna
nell'inizio del neonato giorno,
il successivo pomeriggio identica afa,
identico rumore dell'ondeggiare chioma!
Il mare dell'ideale annega e ingoia
lo smaltire del dì cutaneo, torpore!

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • vasily biserov il 01/11/2010 20:50
    poesia molto particolare, ma riesce nel suo intento, comunicare un messaggio...
    Il mare dell'ideale annega e ingoia
    lo smaltire del dì cutaneo
    questo è finale è stupendo! bravissimo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0