username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Metamorfosi

Fu quell'ultimo
suo dolore,
lo sentì
penetrare fino alle radici
squarciando l'essenza
della sua anima,
a mutarlo
nell'amorfa marmorea pietra,
difficile da scalfire.
Da allora guardò
con gli occhi di una pietra,
senza più lacrime,
senza più il cuore.
Spettatore impermutabile,
senza emozione,
osservava immobile
il bene ed il male,
il bello ed il brutto,
forte della sua corazza,
lontano con la mente
dall'ansia del vivere.
Ma un giorno, per caso,
un piccolo pettirosso,
lo scelse per cantare
la sua semplice, piccola felicità.
Si pentì amaramente
di non aver più le mani
per poterlo accarezzare
. E fu
quello struggersi
nel pentimento
a sgretolare
la sua roccia.
Si svegliò
al mattino,
indossando
ali di farfalla.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

18 commenti:

  • Anonimo il 31/10/2010 21:49
    vedi? anche Alessandro ha pensato ad Oscar Wilde... e forse, anche tu...
    riciao!
  • Anonimo il 31/10/2010 21:48
    senti... non leggo i commenti... li leggo dopo. Se no m'influenzano...
    m che bella!
    Non so perchè, ma ci ho sentito la stessa struggente malinconia che aleggiava nella fiaba di Oscar Wilde... sai... quella del primcipe felice...(i pianti, da piccola...)
    comunque, bella. davvero bella.
    Vero che il dolore in genere, impietrisce. Per difesa. Per non dover più soffrire. Ma a volte, e parlo per me, per la mia esperienza, il dolore fa andare avanti. Fa crescere... Serve, insomma. A me, per lo meno, è servito...
    Bacio, amica...
  • Patrizia Cremona il 31/10/2010 19:28
    Complimenti... )
    intensa, significativa, profonda
  • Aedo il 31/10/2010 00:12
    Una poesia travestita di fiaba veramente incantevole. Brava!
  • Fernando Biondi il 30/10/2010 23:43
    delicata e dolce
    meravigliosamente bella
    incantevolmente brava,
    un salutissimo
  • Dolce Sorriso il 30/10/2010 21:46
    sei... unica direi
    bravissimaaaaaaaaaaaaaaaaaa
  • Alessandro Moschini il 30/10/2010 21:26
    Bellissima. Mi ricorda un po' le favole di Oscar Wilde. Brava Loretta.
  • Donato Delfin8 il 30/10/2010 19:17

    Brava Lò
  • Cinzia Gargiulo il 30/10/2010 18:44
    Versi molto delicati.
    Bravissima!...
    Un abbraccio...
  • Salvatore Cipriano il 30/10/2010 16:32
    Un cuore di pietra che si scioglie. Nulla di più vivo
  • laura marchetti il 30/10/2010 16:25
    ... le tue fiabe incantano
  • Barbara Scarinci il 30/10/2010 15:23
    Sembra quasi una favola per bambini con tanto di morale! Bella
  • Salvatore Ferranti il 30/10/2010 13:13
    grande loretta, sei sempre molto brava...
  • karen tognini il 30/10/2010 11:04
    Bellissima Loretta...

    versi da sogno...
  • danilo il 30/10/2010 10:25
    Molto riflessiva, complimenti..
  • Elia Paglia il 30/10/2010 10:22
    Ma un giorno, per caso,
    un piccolo pettirosso,
    lo scelse per cantare
    la sua semplice, piccola felicità
    bravissima bella poesia e bei versi soprattutto questo è quello che mi piace di più... brava...
  • Giacomo Scimonelli il 30/10/2010 09:39
    versi incantevoli...
  • Sergio Fravolini il 30/10/2010 09:08
    Una struggente espressione poetica.

    Sergio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0