accedi   |   crea nuovo account

Sporcizia pungente

Hai un ago pungente sul cuore,
ti invia brividi di freddo dove non c'è più amore.
È un ago malvagio.

È forse un presagio?
O piuttosto è ciò che accade veramente
nella realtà e nella sua elaborata mente?

-E si parla di lui,
lo si maledice, da mostro.
Lo è, non lo è, perché?
Sporco.
Sporca. -

Ti va di urlare,
ma in questo istante non lo riesci a fare.
Immobilizzata da quel tepore fraterno.

"Ti porterà all'inferno"
Nessuno ti ha avvisata,
nessuno ti ha aiutata"

-Continuiamo a parlare,
continuiamo a gridare.
provavi a sembrare;
sembravate collisi.
Ormai non puoi più strisciare. -

Tutto si consuma in qualche istante,
ma il dolore si fa avanti pesante.
Prigioniera di quei pensieri sei.

Caduta nel pozzo senza spazio sei.
Paura, paura, paura
all'interno di quelle mura.

E anche noi, incapaci,
di far nulla.. incapaci.
Le immagini rigurgitiamo
ti aiuteremo perché qui saremo e siamo.

E tu taci,
per i gesti,
per le parole.
Taci per lei.
Taci o piangerai per sempre.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • vincenzo rubino il 23/04/2011 21:04
    molto originale... e anche ben scritta, ciaoooo
  • antonio castaldo il 07/03/2011 10:21
    sembra nun tentato tentativo di far luce su un angolo buio
    sembra la preghiera di chi... nonostante sia rassegnato
    è pronto a ripartire... anche senza troppa fiducia
    smack!! smack!!
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/02/2011 18:43
    Molteplici i lemmi che agiscono in questi versi: ago, brividi, maledice, mostro, urlare, tepore fraterno, paura, sporco, sporca. Senza badare allo scopo dell'autore, al critico va di pensare che il tutto oscilla in perifrasi create ad arte per imprimere al testo uno strano e gradevole movimento.
  • loretta margherita citarei il 30/10/2010 21:11
    piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0