PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Di te novembre amo

Di te novembre amo il debole sole
che a stento s'incunea
tra i filari denudati
e grondanti nostalgie
di festeggiate vendemmie.

Di te amo il tiepido vento
che filtra tra le fronde degli agrumeti,
intriganti e complici ad ingrossare spicchi,
come turiboli di liquido sorriso
della dea Cerere.

Amo la zolla rorida di brina
che al mattino s'imbeve
come biscotto dorato nel tiepido
raggio affacciato
tra le balaustre del giorno.

Di te amo il profumo del castagneto,
il suono dei passi sul tappeto
di foglie porporine
che ridono scricchiolando
come fossero fanciulle sbarazzine.

Di te talvolta amo
quel sole gagliardo, vetusto e generoso
quasi fosse un vegliardo
che ama sostare pensoso
sul suo affabulante limitare,
e rimirasi intorno
in cerca di qualcosa da stupire,
in cerca di qualcuno da scaldare.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Fabio Mancini il 02/11/2010 05:19
    Una poesia di un altro pianeta! Brava nello scegliere i vocaboli e le immagini. Sei unica. Un bacio, Fabio.
  • laura marchetti il 01/11/2010 18:48
    un ritratto meraviglioso
  • Anonimo il 01/11/2010 18:03
    stupenda! un bellissimo dialogare con l'autunno. ciao Salva.
  • loretta margherita citarei il 01/11/2010 17:23
    bella
  • Giacomo Scimonelli il 01/11/2010 15:52
    semplicemente stupenda

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0