PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Anima perversa

Tu sai mio Dio,
quanto io sia falso,
e di come nasconda
i miei difetti pur di
sembrar migliore.
Dovrei amarti
sopra ogni cosa,
e invece ti ho tradito,
ignorando le tue premure.
Nel mio cuore ho messo
tanti idoli, perché Tu
restassi muto sulla tua croce,
come se t'avessero strappato
la lingua e sottratto ogni forza.
Occorreva che il Male mi toccasse,
perché riconoscessi la mia vulnerabilità
e riscoprissi quel Dio buono e paziente,
che non m'ha mai abbandonato.
Ora mi trovo sotto la tua croce
e vorrei che il Tuo sangue
guarisse la mia Anima perversa,
che tanto amore ha tenuto per sé
e poco ne ha offerto agli altri.
Perdonami, Signore!

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • nunzia viola il 11/12/2010 17:22
    tutto ciò che dichiari, lui già lo conosce, perchè conosce ognuno di noi da prima ancora che nascessimo, ammetterlo può diventar facile se si scade nel vittimismo, ma chiedere perdono ed esser pronto a ricominciare ogni giorno è proprio da figlio di Dio
  • alice costa il 02/11/2010 15:33
    .. una bella preghiera Fabio..
    e Dio come ben sai non abbandona mai...
  • ELISA DURANTE il 02/11/2010 14:10
    Lamentele di un povero coccodrillo... Meno male che Lui già se le aspettava!
  • loretta margherita citarei il 01/11/2010 21:04
    bella poesia riconoscere il proprio peccato è umiltà bellissima amico caro
  • coccinella settantotto il 01/11/2010 20:55
    bella supplica al perdono..." Anima perversa"
  • laura marchetti il 01/11/2010 19:47
    è vero... ci ricordiamo di Lui solo nel momento del bisogno, ma meglio tardi che mai... ci hai fatto ricordare chi purtroppo siamo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0