PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Non restare chiuso mai respiro

non conosco i motivi
che hanno portato ad assegnarmi un nome
un luogo ed un posto dove vivere
certi giorni mi accorgo
di come io non significhi nulla
per la mia casa
o di come sia stanca di ospitare il piatto della cena
la tavola di cucina
alcuni gesti sono improvvisamente nuovi
nonostante il loro avere vissuto a lungo
ed altri arrivano quasi stanchi alle mani
la qualità del respiro
può ancora fare la differenza.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 31/05/2014 21:14
    Tutto può parlarci, sempre, e dirci ciò di cui abbiamo bisogno... Se solo sappiamo ascoltarci. Ancor prima di ascoltare gli Altri. Vera

3 commenti:

  • mariacarmela cortese il 06/11/2010 16:11
    A volte gesti semplici ed abitudinari possono rispecchiare il quotidiano male di vivere. Che poi è campanello di un più profondo disagio, anche momentaneo volendo. Fortunatamente è proprio ciò in cui leggiamo la nostra insofferenza a poterci dare le giuste risposte. Ogni piccolo oggetto, ogni consueta azione, può aiutarci a rinascere in noi stessi e per ciò stesso a crescere. Forse a volte dovremmo solo smettere di insistere sui perchè e dare la giusta collocazione ai come. Senza per questo sentirci inadeguati. Siamo solo uomini e tanto basta.
  • Vincenzo Capitanucci il 03/11/2010 21:25
    in un periodo parlavo con i mobili... quante cose potrebbero dirci.. una tavola.. od una sedia... di come loro ci vedono... sarebbe un bel cambio di prospettiva... di un pensiero che ampia i suoi orizzonti... in gesti improvvisa-mente nuovi...

    un abbraccio Giuliano..
  • loretta margherita citarei il 03/11/2010 21:11
    piaciuta molto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0