accedi   |   crea nuovo account

Donna orientale

Dalla terra dei tappeti volanti
intessi le tue note speziate.
Nel grigio di un cielo occidentale,
segui il volo di bianchi aquiloni.
Dentro il nero del tuo sguardo,
allontani la notte.
Nelle note di una melodia,
hai fermato il tempo.
Gomiti appoggiati alla finestra
della vita, sogni il suo cielo.
Contesa,
fra il desiderio
di essere donna, madre, figlia.
Stretta,
dentro catene
che negano la tua identità,
che legano le tue convinzioni.
Hai già abbassato gli occhi
di fronte all'imposizione
di chi vuole negarti,
di chi ti ha già negato.
Semi sparsi al vento,
libere volano,
le trame colorate di un sogno.

 

2
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • ELISA DURANTE il 05/11/2010 18:31
    Argomento spinosissimo per una poesia dove storia e fantasia si intrecciano.
  • tania rybak il 05/11/2010 17:49
  • Simone Scienza il 05/11/2010 12:15
    Usanze... costumi fatti passare per cultura,
    catene cementate nella consuetudine dei secoli.

    Fortuna che i sogni non conoscono carcerieri

    Bravissima Laura
  • Dolce Sorriso il 04/11/2010 23:41
    bella riflessione... Laura il tuo scrivere la vita meditando è fantastico... grazie
    smack
    Anna
  • antonio pascarella il 04/11/2010 23:02
    ti do il massimo dei voti
  • loretta margherita citarei il 04/11/2010 21:12
    bella, ma vedi, ho molte conoscenze fra loro e credimi dicono che per loro va bene così, ma in iran, dove l'oscurantismo islamico oscura, sono moltissime le donne che frequentano le università, hanno capito che solo istruendosi riescono ad emanciparsi, bella riflessione la tua
  • Giuseppe Tiloca il 04/11/2010 20:31
    quei semi sparsi al vento presto germoglieranno, doneranno vita al mondo. Ma che bella visione, brava Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0