username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Onda d'urto

Come quando ti svegli
con una canzone nella testa
e la ascolti dentro
e la senti fuori
come colonna sonora
che riempie pause
di trascorsi ancora a venire

Come quando ti siedi
in un tram vuoto
ed è agosto
ed è gennaio
e le fermate sono poche
il viaggio leggero
e non sai chi guida
e perché
-è un giorno che chiamano festa
e ti rattrista-

Come quando vedi chiaro
nel cielo grigio cenere
ma ancora non senti abbastanza vento
che ristori anche la tua parte
e guardi quel rosa innaturale
fiorire proprio nel mezzo
di una oscurità perfetta
e senti pulsazioni lontane
battiti d'imenottero
attraversarti nervi con leggere scosse
brividi sul collo
echi tra i capelli
-carezze di biancospini
e ciglia bambine-

Dapprima
il lampo
miraggio fortuito d'avvertimento
attesa brillante
tra iridi saline

Poi...
L'onda
percorrere il suono
invadere come stormo
di uccelli in fiamme...

... e senti il bacio
innocente e selvaggio
d'una tempesta
al sole
imperatore

 

0
9 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

9 commenti:

  • Anonimo il 25/01/2011 09:41
    Applaudo, rileggo e applaudo ancora.

    Monica
  • Giovanni Bart il 24/01/2011 23:42
    Rivelazione sconvolgente e mistica del bello? Del vero? Improvvisa divinazione di una sostanza d'anima, uno sfiorare spirito solido in un batter di ciglia. Da noia a follia in pochi istanti. Fuoriserie della percezione. Bella bella bella...

    G.
  • augusto villa il 07/11/2010 18:42
    Perfetta.
    Supermegafatinaaaaaa!!!... Voli alto... con quelle alucce!!! ------
  • Anonimo il 07/11/2010 06:41
    -Carezze di biancospini e ciglia bambine- sono proprio così le tue poesie Laura...
    Bellissima.
  • Anonimo il 05/11/2010 10:02
    bravissima.. leggo una poesia..
    e leggerti e' un piacere
  • Anonimo il 04/11/2010 22:19
    Sei unica mio tesoro
    T A
    Angelica
  • Anonimo il 04/11/2010 21:13
    Adesso si deve anche essere entomologi per capirci qualcosa. Bravissima anche quando abbandoni il tuo stile... "sumero" e ti lasci andare al genere più discorsivo. Molto bella.
  • loretta margherita citarei il 04/11/2010 21:05
    splendida, il bacio del sole, sarebbe bello vivere con una canzone sempre in testa,
  • Salvatore Ferranti il 04/11/2010 20:49
    sempre splendide le tue poesie...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0