accedi   |   crea nuovo account

Che le fiamme mi purifichino

Che le fiamme mi purifichino,
il peccato originale lo acquistiamo da noi stessi,
uso di sostanze per alterare la nostra coscienza.

La visione delle nostre possibilità,
la percezione non è spontanea,

noi governiamo i nostri sensi,

cercare la tranquillità permanente in qualcosa che conosciamo già, e cerchiamo il nuovo trasporto del piacere.

Bruciare su di una fiamma, che la purificazione venga effettuata,
il peccato è cucito sulla carne, nella mente e sulle ossa... sbriciolarsi, diventare polvere...

Morire e la purificazione sono gli ideali da sempre.

L'uomo è una macchina, la coscienza viene scoperta attraverso la natura...

Già da quando nasci, ti aiutano a diventare una macchina, un pezzo della società, ti programmano,
il tuo futuro è quello..

se venisse l'origine dei tempi.. che cosa accadrà?

Bisogna saperlo e tentare,
le nuove strade bianche dello sviluppo del sapere

morire da libero come vuoi tu, oggi non è possibile.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Marco Giardina il 14/11/2010 19:58
    ma grazie a tutti!!... ci sono certe frasi che sono tipo mischiate frà di loro.. non uso tanto una continuità di un discorso.. proprio xkè ho "la condizione del confuso", e questo mi porta a fare ciò.. soprattutto quando parlo dal vivo ahaha.. grazie a tutti di nuovo!
  • Anonimo il 14/11/2010 19:45
    "Il peccato originale lo acquistiamo da noi stessi"
    Mi hai emozionata... parole che condivido e sento pienamente.
    Bravissimo, Marcolino.
  • karen tognini il 05/11/2010 14:12
    bravo... bravissimo...
  • Anonimo il 05/11/2010 10:38
    Complimenti + 5 stelle

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0