accedi   |   crea nuovo account

Ilenia

sentirsi sbagliati
agli occhi del mondo inadeguati
in ogni momento della vita osservati
e giudicati
come tanti pacchetti di falsi sorrisi e pregiudizi imbellettati
piangere non serve a niente
mentre la gente ti addita e mente
cerchi la morte preferibile a questa avversa sorte
nella latrina più vicina
rigetti poltiglia di vita
è troppo difficile la salita
frammenti di specchio incastonati nel cuore
la tua vitalità a poco a poco muore
non mangi
spesso piangi
ti logora dentro
questo dannato tormento
hai paura ma taci
ti guardi allo specchio
e non ti piaci
intorno solo vomito
un disperato d'ira fremito
e non hai più forze
ripensi alle tue amiche stronze
che tra trucchi e rossetti
erano sempre pronte a sottolineare i tuoi difetti

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • andrea piumedoca il 23/08/2015 10:25
    Dopo alcuni anni rileggo... Ilenia non ha avuto una vita sbagliata... sono gli altri a non aver capito quello che covava dentro, disperazione, solitudine, lo specchio ci rimanda solo quello che vogliamo vedere. Riconfermo... bellissima
  • Ferdinando il 23/08/2015 04:13
    Molto apprezzata... complimenti.

1 commenti:

  • andrea piumedoca il 09/07/2011 22:42
    Ok. La vita è in salita... ma dopo aver toccato il fondo si può solo "risalire..."

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0