username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il tuo nome

Incido il tuo nome
con il ferro caldo
del mio tormento.
Sillaba dopo sillaba
piegherò d'indifferenza
radici strappate.
Incido i miei sogni,
scavati con le unghie
del tempo perso,
ma ti rincorrerò
ancora un po'
in fiori sboccianti,
li porrò poi appesi
vicino al tuo essere amore
che ha il tuo nome,
non per piangerti
ma per dimenticarti
come al risveglio
che allontana agitati sonni
e si immerge in ore concrete
confondendo pensieri
da ogni vano desiderio di te!

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Daniela Di Mattia il 06/11/2010 19:13
    "Non per piangerti ma per dimenticarti" tu non puoi sapere quanto condivido
  • Anonimo il 06/11/2010 08:51
    poesia molto bella e sentita, un amore difficile. ciao Salva.
  • Giusy Lupi il 06/11/2010 02:30
    Bella poesia, piaciuta molto, brava.
  • Aedo il 05/11/2010 23:50
    Momenti di grande felicità, per poi ritrovarsi soli con l'unico desiderio di dimenticare... Bella poesia!
    Ignazio
  • Maria Piera Pacione il 05/11/2010 22:50
    molto profonda complimenti
  • loretta margherita citarei il 05/11/2010 21:13
    intensi versi, molto bella, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0