PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Passato/presente

E, quando il mio tempo sarà avaro di raccolti
me ne verrò, come viandante,
tra i tuoi filari, o terra.
Me ne starò pensosa sulle tue rovine,
come dinanzi a vetuste cattedrali disertate dalle rondini.

Piangerò sulle tue radici, propaggini d'abbandoni:
raccoglierò i pampini superstiti,
come guerrieri che tornano sconfitti da impari battaglie.

E, forse, udrò ancora il canto delle vendemmiatrici
spargere armonia tra i vigneti,
e voci e risate riudrò salire verso le mute colline,
che un giorno profumarono di timo e di mortella.

Come vecchi turiboli arrugginiti,
spanderanno incenso i miei ricordi:
forse udrò ancora mio padre,
chiamare per nome ogni ceppo,
e trionfante donarmi il primo grappolo
che tagliava il traguardo contro il sole.

E, forse, vedrò ancora mia madre,
coi capelli serrati in ruvide guardiole di cotone,
trattenere rivoli di sudore
pregno di fatica e dignitoso lavoro
quando, con acque di sorgenti avìte,
in calici di mani innocenti dissetava arsure.

Allora cercherò un appiglio per non cadere:
mi smarrirò in un dedalo di ricordi,
troppo dolci, troppo amari,
troppo presenti,
per definirli "passato"

 

0
6 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

6 commenti:

  • Dora Forino il 26/06/2011 17:34
    Lirica che si snoda rea passato e presente intrecciando immagine sentite, tra emozioni contrastanti tra ricordi, dolci, amari,
    troppo presenti,
    per definirli "passato..
    Molto intensa.
  • Cinzia Gargiulo il 06/11/2010 20:55
    Chiedo scusa, mi è scappato un "delle" di troppo...
  • Cinzia Gargiulo il 06/11/2010 20:54
    Hai tessuto un ricamo intrecciando il filo delle delle emozioni autunnali con quello dei tuoi ricordi.
    Molto brava Anna!...
  • loretta margherita citarei il 06/11/2010 17:56
    molto melanconica, ma profonda, apprezzata molto
  • mariacarmela cortese il 06/11/2010 15:38
    Un bel concentrato di emozioni e una maglia di ricordi impressi. Solo, in tutta sincerità, tra il passato e il presente ci avrei apposto una virgola, non una barra. Certe opposizioni non sono mai autentiche, sono solo frammentarie nelle emozioni e nella mente. Se così non fosse, il futuro non avrebbe nemmeno un nome.
  • Fabio Mancini il 06/11/2010 13:56
    L'ultima strofa addensa di significato ricordi e sensazioni. Brava, Anna. Ciao, Fabio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0