accedi   |   crea nuovo account

La libertà ha il volto della polenta

passeggio spesso i sentieri della libertà
e mi accorgo facilmente del suo apparire improvviso
si può rompere il vetro solo in caso di emergenza
e mi raccomando non introdurre biciclette
è vietata la pubblicità nella buca delle lettere
e pure l'ingresso ai cani
il passo è rigorosamente carrabile
i rifiuti non si possono abbandonare all'esterno
nè attaccare adesivi
la rimozione è forzata a spese del trasgressore
il denaro è protetto
ma il mercoledì ed il venerdì
si vende polenta.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Annamaria Ribuk il 13/12/2010 09:58
    ... vivere sicuri???... dove... quando... con chi... per chi...???...
    ... sicuramente l'odore ed il sapore della polenta rassicura la consapevolezza.. della mia fame...!
    Super Paolini... bacioni in un abbraccio di respiro... Ann!
  • loretta margherita citarei il 07/11/2010 21:07
    poesia intelligente belle metafore usate, bravo
  • Aldo Riboldi il 07/11/2010 20:55
    La cosa buffa è che si consuma sempre meno polenta, ma si invocano ulteriori divieti per farci sentire... più sicuri!
    Bella poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0