accedi   |   crea nuovo account

Strano piccolo siciliano

Io fui
uno strano
piccolo siciliano
caduto
da un pero
su un'isola
di bacche

Avrei voluto
imparare a nuotare
e a vomitare
le mie frustrazioni

escludendo le altre
complicazioni

Io fui
uno strano
piccolo antesignano

ho imparato dal mare
solo a galleggiare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

11 commenti:

  • - Giama - il 11/11/2010 00:12
    ... sarebbe meglio scivolare tra i moti ondosi della realtà quotidiana e cavalcare la vita con leggerezza, lasciarsi trasportare dalla corrente degli eventi variabili e non lasciare che influenzino la nostra esistenza...
    grande Vince!
    Ciao Gia
  • loretta margherita citarei il 10/11/2010 21:33
    bella, veramente intensa, apprezzatissima
  • Vincenzo Capitanucci il 10/11/2010 20:02
    sopravvivere e niente di più...

    Bellissima Vincenzo... io fui...
  • Aedo il 10/11/2010 18:43
    Poesia molto originale. Da siciliano l'ho maggiormente apprezzata!
    Ignazio
  • Anonimo il 10/11/2010 18:39
    Mi fa sorridere che qualcuno non abbia capito
    Hai fede, un "regalo di Dio". Tienitela stretta perché almeno in quel tuo galleggiare non c'è l'incombenza della tempesta!
    Saluti
  • ELISA DURANTE il 10/11/2010 18:23
    Strana poesia, mi sfugge quasi tutto ma non la sicilianità dell'uso del passato remoto...
  • carmelo scimone il 10/11/2010 17:34
    come si suol in dialetto siculo"un bellu cocciu i piru"complimenti molto bella
  • Anonimo il 10/11/2010 16:43
    "Io fui" e ora cosa sei?
    Bella.
  • Maria Teresa il 10/11/2010 16:27
    Tenersi a galla, mentre ogni cosa va giù, non è sempre facile o scontato.
    Simpatica poesia che cela qualche risvolto un po' più serio.
    Ciao "strano piccolo siciliano".
  • rosanna erre il 10/11/2010 14:26
    ciao vincenzo,
    guarda che hanno inventato i corsi di nuoto anche per gli adulti strani siciliani antisignani caduti dai peri, non lo sai?
    come al solito bella la poesia, il passato remoto da un tocco particolare, quasi da leggenda e la chiusa mi piace assssai
  • Jurjevic Marina il 10/11/2010 13:18
    Ed io è da poco che sono Siciliana... heheh
    Saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0