username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La pensione degli italiani

Ci son nel mese quattro settimane,
e con le scarse e misere pensioni
per le famiglie c'è un impegno immane,
costrette sempre a tante privazioni.

I primi sette giorni carne e pane:
da fare invidia pure a Berlusconi;
ma nei giorni che seguono rimane
di mangiare acquacotta e peperoni.

La terza settimana pane e vino
da dimagrir parecchio, "sarvognuno",
tanto da far la fine di Fassino.

Più duro è arrivar fino al trentuno,
ma dicono Pannella e la Bonino:
"La soluzione c'è, sta nel digiuno".

 

1
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Mario Olimpieri il 16/11/2010 16:40
    Un grazie agli amici che hanno apprezzato questo sonetto basato sull'ironia.
  • rea pasquale il 11/11/2010 22:15
    divertente e bella.
    Un saluto
  • laura marchetti il 11/11/2010 16:58
    ELEGANTEMENTE IRONICA... MOLTO BRAVO
  • mariacarmela cortese il 11/11/2010 11:30
    Un po' d'oculatezza nel consumo ovviamente queste ristrettezze ce l'hanno "insegnata". E soprattutto i luminari qui citati hanno saputo fare scuola, ottimi predicatori, non c'è che dire, dal primo all'ultimo, dall'una all'altra parte. Ottimi esempi essi stessi direi... anche se quelli dell'ultima terzina hanno scoperto l'acqua calda: la soluzione è inevitabile.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0