PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gioia tremante

Io sono lì
proprio lì
dove
non c'è niente.

Sento il profumo del dolore
un brivido silenzioso
che scivola sulla mia carne.

Rosso sangue
è il colore delle mie pene
e solo disegno
l'azzurro.

Dolore solo dolore
nella normale confusione
di giorni spogli
privi d'amore.

Continuo ad andare avanti
solo perché
la luce del nuovo giorno
mi sveglia.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • karen tognini il 11/11/2010 19:28
    Continuo ad andare avanti
    solo perché
    la luce del nuovo giorno
    mi sveglia.


    Triste quanto bella!
    ciao Sergio
    k
  • Anonimo il 11/11/2010 19:22
    La luce del nuovo giorno mi sveglia... è la speranza quella che ti sveglia... prima o poi, ma arriverà, il sorriso ti rapirà
  • Giuseppe Amato il 11/11/2010 14:49
    Hai espresso la condizione della solitudine in modo e malinconico come s'addice alla solitudine, ma c'è un senso di ribellione lontana... non so sembra una reazione

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0