accedi   |   crea nuovo account

L'appuntamento inderogabile

Piovono dal cielo
fredde lacrime d'autunno.
Instancabile la Dama Nera
appare sul manto stradale
e, ligia al suo dovere,
brandisce la falce.

Stroncando il passo
a chi non l'aspetta
di rosso colora
il grigio asfalto
in una malinconica
mattina di novembre.

Tutto è compiuto!
Silenziosa
la Signora va oltre
a mietere altri frutti.

 

l'autore Cinzia Gargiulo ha riportato queste note sull'opera

Dedicata al mio dentista che ha perso la vita il 2 novembre in un incidente autostradale.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

32 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 28/06/2011 19:40
    Ringrazio tutti per i commenti.
  • letizia salerno il 27/06/2011 18:25
    triste e dolorosamente vera. complimenti!
  • ernesto musiari il 27/06/2011 18:19
    bella poesia, sottile, vera..
  • Bruno Briasco il 16/04/2011 19:50
    Tutto è compiuto! La nostra sorte è segnata da quando siamo venuti al mondo e quindi... Bella poesia. Complimenti
  • Alessandro Valentino il 13/03/2011 20:08
    È la destinazione finale di ognuno di noi e non si può annullare. Bei versi complimenti

    LoScemoDelVillaggio
  • Anonimo il 03/12/2010 11:02
    molto bella..
    tutto e' compiuto e la signora va oltre..
  • Antfree Mercury il 02/12/2010 11:07
    spero che quel giorno la signora mi venga a prendere nel modo più dolce possibile...
    mi è piaciuta la tua poesia... .
  • Ada FIRINO il 22/11/2010 01:21
    È un appuntamento al quale si spera di arrivare più tardi che mai. Cinzia lo descrive con parole appropriate ed un fatalismo inevitabile. Bella poesia. 5 stelle.
  • Anonimo il 18/11/2010 23:53
    L'appuntamento al quale non si può far tardi... descritta in maniera splendida... confermo le 5 stelle..
  • Giusy Lupi il 17/11/2010 14:29
    Cosa aggiungere... sono d'accordo con gli amici che sono passati prima di me... direi solo 5 stelle. Piaciuta, alla prossima, ciao Giusy
  • Antonio Pani il 17/11/2010 13:55
    Immagini forti e tristi, che richiamano l'attenzione sulla sorte che attende tutti noi, inconsapevoli viandanti della vita. A rileggersi, ciao.
  • Tiziana La delfina il 16/11/2010 22:48
    poesia da brividi, mi unisco al tuo grido di sconcerto e dispiacere, comunque bravissima
  • Anonimo il 16/11/2010 17:13
    molto bella,
    e scorrevole.
    Bravissima
  • Marcelllo Barbuscio il 16/11/2010 14:23
    Ella è sempre in giro... e noi, spesso, nulla facciamo per lasciargli un passaggio vuoto di nostri errori... che non serviranno mai a porre freno alll'andar suo... ma di schernirla a volta col ""ritorna un'altra volta... che pronto ora non sono"".
    Sempre bravissima... un abbraccio, dall'orso Marcello
  • alice costa il 15/11/2010 14:18
    ... silenziosa va oltre...
    Bravissima!!!!!!!!
  • Simone Scienza il 15/11/2010 09:29
    La dama nera tiene sempre tutti a fil di lama
    e a tagliat basta un attimo
  • ELISA DURANTE il 14/11/2010 15:47
    L'angoscia mi ha preso per mano leggendo questa poesia...
  • augusto villa il 14/11/2010 15:04
    Gia'..."... a mietere i suoi frutti..." . È cosa certa:... ci falcera' tutti...
    Pero' ragazzi... pensiamo a Lei... la Morte... Poveraccia... si fa un mazzo incredibile... Pensiamo alla seconda guerra mondiale... ha lavorato tantissimo... e non le pagavano neppure la trasferta... Eppoi ha un capo... che è la Sfiga.
    La Morte è quindi una delle tante assistenti alla Sfiga...
    Che sfiga... eh?
    Ah gia'... bella poesia!
  • Anonimo il 13/11/2010 18:40
    Dolore e brividi, una realtà che fa male e lascia a te un vivo ricordo...
  • - Giama - il 13/11/2010 14:10
    tutto è compiuto! così come era stato deciso... così come era stato fissato inderogabilmente...
    bravissima Cinzia!
    Gia
  • Ugo Mastrogiovanni il 13/11/2010 12:44
    In questa poesia Cinzia Gargiulo, sconcertata e addolorata, ci ricorda le vite che ogni giorno si consumano sull'asfalto. La TV, i mass media ne danno ampio risalto, ma con distaccato e più interessati all'audience che al valore della vita umana. Cinzia ne soffre e versifica con religioso rispetto e sembra percepire anche lei la naturale paura della morte. È quasi un pianto la sua poesia, ma sono certo che ella ricorda anche i suggerimenti di nostro Signore, che ci chiamava a non perdere la Vita durante la vita in nome del valore della Vita eterna. Auguriamoci che chi viene sorpreso senza volerlo e con troppo anticipo dalla dama nera sia ricompensato con i benefici della vita terrena.
  • karen tognini il 13/11/2010 10:32
    Mi sono venuti i brividi... ogni giorno è così ... migliaia di morti l'anno sulle strade...
    ieri da noi un ragazzino di 14 anni...
    è follia!

    ciao Cinzia
    la poesia è triste.. ma bellissima!
  • laura marchetti il 12/11/2010 21:39
    da brividi, la dama nera va sempre a spasso con il destino
  • Gianna Ode il 12/11/2010 21:24
    momento triste, ma le tue parole stringono tutti noi in emozioni uniche consapevoli che ciò fa parte della nostra vita.. bravissima Cinzia un abbraccio.. od
  • loretta margherita citarei il 12/11/2010 21:18
    terribile la dama nera, bei versi
  • Dolce Sorriso il 12/11/2010 20:57
    dolce e sensibile Cinzia, posti di rado ma quando lo fai lasci il segno...
    bravissima
    smack
  • Donato Delfin8 il 12/11/2010 20:16
    Una Dama con pedine a tempo dove non c'è mai patta!
    Ottime immagini. ^^883

    Ciao Pier.
  • Aedo il 12/11/2010 19:49
    Poesia molto particolare, triste e incisiva. Le immagini usate, le parole creano un'emozione unica.
    Un abbraccio
  • coccinella settantotto il 12/11/2010 19:12
    complimenti bella poesia.
  • Sergio Fravolini il 12/11/2010 18:34
    Molto bella mi piace.

    Sergio
  • mariacarmela cortese il 12/11/2010 18:03
    talvolta non giunge spontaneamente, ma siamo noi a chiamarla e commissionarle il debito. Peccato.
  • Giacomo Scimonelli il 12/11/2010 16:56
    è da 5 stelle... ma x rispetto di chi ha perso la vita nessun applauso... bellissima poesia

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0