PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'osservatore di incognite

Mi sento lontano
irreale
serenamente confuso
immerso nel mare
dei miei punti interrogativi
come un piccione
appollaiato sopra un cavo elettrico
fermo ad osservare
le nubi e la nebbia sulla mia
valle di incognite.

Nemmeno io so spiegare
il mio stato d'animo
di triste felicità
mentre abbasso lo sguardo
ad ammirare
con un sorriso agro
sul mio becco
l'acqua del mio cuore disciolto
che corre veloce
giù dalla grondaia di altrove.

A questa visione
il mio indugio cade
e si frantuma in mille pezzi
come un bicchiere
di vetro infrangibile.
La ragione si desta.
È tempo di andare.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/10/2012 11:00
    ... è tempo di andare,
    dovrebbe essere il diktat
    di ogni uomo,
    bella...

14 commenti:

  • Veronica Crispino il 25/10/2011 11:00
    la mia valle di incognite...
    poesia incontrata per caso... ma mi è molto vicina...
    apprezzata!

    Bravo!!
  • Alessandro Moschini il 17/11/2010 00:52
    Grazie Paola. Ti abbraccio.
  • Alessandro Moschini il 17/11/2010 00:51
    Grazie Danny. Sono contento che tu abbia apprezzato. Un abbraccio
  • denny red. il 16/11/2010 20:14
    mi sento lontano..
    e ora di andare..
    Per me é la più BELLA!! che hai scritto, senza togliere nulla alle tue altre opere.
    Bravo!!! Alex
  • Paola Panebianco il 16/11/2010 18:57
    che dannata incognita che è questa vita...

    bella poesia!! bravo!
  • Alessandro Moschini il 16/11/2010 18:03
    Grazie a tutti.
  • angela ambrosini il 16/11/2010 16:09
    bellissima bravo
  • loretta margherita citarei il 16/11/2010 15:38
  • karen tognini il 16/11/2010 14:48


    bravo come sempre...
  • Alessandro Moschini il 16/11/2010 13:28
    Grazie a tutti. Vi abbraccio.
  • Giacomo Scimonelli il 16/11/2010 09:22
    ... triste felicità..
  • Simone Scienza il 16/11/2010 09:08
    Spiccando il volo, cambiando prospettiva
    i punti di domanda potrebbero diventare esclamativi

    La figura del piccione la amo molto anch'io
    è molto evocativa
    Bravo piaciuta
  • bruno guidotti il 16/11/2010 07:53
    Scusami Alessandro poer errore ho marcato erroneamente la stellina non giusta, considera invece che quella stellina valga per: MI PIACE, ciao.
  • bruno guidotti il 16/11/2010 07:39
    Trovo la tua poesia piacevole e scorrevole. Non la banale, anzi tutt'altro, e non capisco il motivo che non hai ancora avuto il piacere di una sua lettura e commento. Valli a capire?