accedi   |   crea nuovo account

Battiti diversi

Aaaah!
Tempo, tu dannatamente preciso.
Io sempre di un passo o due dietro che ti inseguo.
Mi porti via ogni piacere,
quasi fossi invidioso di me,
non ti basta la mia vita consumata nella tua clessidra?
Perchè mi leghi al tuo carro e mi trascini quasi fossi tu il mio Achille ed io Ettore?
Dimenarmi da te è inutile,
nascondermi tanto meno,
cosa vuoi da me?
Tu maledetto sin dalla nascita,
a te ti fu negata la fine ed il riposo,
ed ora sfoghi l'ira tua sulla mia esistenza.
Dannato dannato...
da te da me in questa folle corsa.
Lasciami goder del profumo della mia donna...
tu scandisci l'amor di tutti,
e ti beffi di noi...
imitando il battito del nostro cuore, ma...
tu sai cos'è l'amore?
Vile ingannatore.
Voglio correre lontano da te,
non per fuggir dall'invecchiare,
perchè sulla mia pelle appunterò ogni secondo della mia vita,
ma...
ti prego, ti prego,
dammi solo cinque minuti con lei,
vorrei tanto dirle...

 

0
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Mara il 13/12/2011 18:22
    Verissimo a volte abbiamo paura delle nostre emozioni, ma quando queste diventano molto grandi "tracimano", non servono le parole e il tempo non esiste più...
  • Nicola Lo Conte il 15/12/2010 17:27
    "ti prego, ti prego,
    dammi solo cinque minuti con lei,
    vorrei tanto dirle..."
    Tante volte accade di non dire, avendo paura delle nostre emozioni...

  • Francesca La Torre il 01/12/2010 13:39
    Piaciuta moltissimo anche questa, sono convinta che il tempo sia il padrone assoluto.
  • Valerio Trocchi il 19/11/2010 10:55
    Esatto, infatti il tempo sono sempre io, la parte di me che deve rispettare le esigenze della vita.
  • Nicola Lo Conte il 18/11/2010 14:16
    Il tempo non esiste... se non nella nostra mente...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0