PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tributo a Lesbia

Lesbia,
lecchi sempre
con la lingua infocata
dentro quella tua bocca spalancata.
Con le porte aperte
niente nascondi.
Ti piace più un guardone
che un amante.
Se nessuno ti vede
non godi felice.
Cara mia,
lo perdonerai
se non riuscirà a essere porco
come i tuoi pensieri.
Fatti guardare pure,
Lesbia,
sultana delle troie,
con la faccia nel sudore delle tue cosce:
dove c'è pelo c'è amore.
Lasciagli almeno
l'ultimo respiro
per uscire vivo
dal nodo delle tue gambe.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • augusto villa il 18/12/2011 19:32
    Bella... e senza peli sulla lingua...(beh dipende dai punti di vista.. ) Piaciuta, davvero. ---
  • Anonimo il 25/11/2010 19:59
    l'unica donna che realmente non ha bisogno di un uomo poichè ne he libera dall'attrazione carnale.
  • laura cuppone il 18/11/2010 19:37
    più che un tributo a Lesbia sembra misoginia...

    Laura

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0