PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

In dissolvenza

Polpastrelli indugiano
percorrendo le linee degli occhi
di una fotografia.
Mentre mi perdo nel tuo sguardo
immortalato oltre la morte
lo sento vivo nei miei occhi
come a voler dare voce
alla mia voce,
a voler nutrire
l'esondazione del mio fiume
di ricordi.

Perdonami se ti parlo
intingendo la punta della mia piuma
nell'inchiostro trasparente
delle mie lacrime
ma mi sento canna al vento
in preda ad un uragano
al solo pensarti
e mi è rimasto solo questo modo
per comunicare con te
per non sentirmi
come un aliante impazzito
in un vuoto d'aria
in caduta libera nel baratro
di me stesso.

E mentre la vita corre impazzita
fino ai titoli di coda
rimango qui solo
in questa stanza
con le tende chiuse
e le persiane abbassate
stringendo una foto
che osservo
come un lento primo piano
sul tuo dolce sguardo
fino a dissolversi
nelle stalattiti dei miei occhi.

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • Alessandro Moschini il 19/11/2010 11:36
    Grazie a tutti. Vi abbraccio.
  • loretta margherita citarei il 18/11/2010 19:51
    molto bella, intrisa di malinconia
  • Giacomo Scimonelli il 18/11/2010 18:42
    molto commovente... scritta bene...
  • marcella vitelli il 18/11/2010 17:42
    Si percepisce l'intensità di un dolore profondo..."in caduta libera nel baratro di me stesso..." Commovente, bellissima.
  • laura marchetti il 18/11/2010 15:36
    stupenda! un sentimento che neanche la morte può intaccare
  • Elisabetta Fabrini il 18/11/2010 14:53
    Mi commuove leggere queste bellissime parole e sai il perchè...
    Bravissimo Ale!
  • karen tognini il 18/11/2010 14:28
    Struggente... bellissima...
    si sente tutto il tuo dolore...

    bravo Ale...