PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ritorni

Aspettando l'alba,
come un fiore innamorato della rugiada,
me ne sto attaccato alla tua faccia.
Il cuore ti cerca in una nuvola,
e tu invadi la mente come una dolce danza,
mentre distratta riposava.
Mi invento un'ora,
e ti ritrovo piantata e disegnata
nelle stelle lontane.
Divengo una balena
morta su una spiaggia
desolata, dove curiosi fanno capanna.
Poi mi alzo e trovo sulla mappa
la via di altri lidi e oceani
dove devo andare,
per non fare la fine
di una ruota sfilata dall' asse.

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0