username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un abete

Con il cuore in gola
camminavo in punta di piedi
sentivo forte il peso della Tua missione,
Tu che eri piccolo
e dovevi essere già grande,
io che avrei voluto restare piccola,
per fermare il tempo.
Mi scaldavano le luci
della Tua presenza,
quel suono e quell'attesa
in una notte speciale,
fingevo di dormire,
per scoprire il Tuo segreto.
Poi mi abbandonavo,
nelle braccia di un sogno
per non cedere al silenzio
di un abete,
vicino a un cassonetto
e sulle mani rivolte verso il Cielo
i segni di una gioia
per un attimo sfiorata,
una speranza,
la fine di una festa,
già dimenticata.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • bruno guidotti il 15/05/2014 06:57
    Complimenti per la tua bella poesia, la quale pendendomi per mano, mi ha ricondotto molto, molto lontano.
  • Raffaele Arena il 26/10/2011 23:20
    Bel ritmo, sensazione vissuta probabilmente. Piaciuta
  • Pietro Saltarelli il 28/11/2010 17:18
    È la magia del Natale, che da bimbi tutti abbiam vissuto, in un sogno eterno, che sol la giovinezza ha sfatato. Ottima composizione
  • Don Pompeo Mongiello il 28/11/2010 12:39
    Poesia molto apprezzata e piaciuta. Complimenti vivissimi!
  • bruno guidotti il 25/11/2010 09:04
    Laura, vorrei saper commentare con il tuo stesso lirismo, la tua poesia. Scusami non ne sono capace, ti dico semplicemente: meravigliosa, ciao Bruno.
  • Alessandro Moschini il 23/11/2010 13:01
    Molto bella Laura. Ci trovo gioia e tristezza allo stesso tempo. L'immagine dell'abete nel cassonetto è un'immagine molto triste che fa riflettere come spesso il Natale sia visto come un momento di scambio di regali più che di sentimenti... Ti abbraccio.
  • Anonimo il 20/11/2010 11:16
    Un salutino accompagnato da complimenti + 5 stelle, Miry
  • - Giama - il 20/11/2010 00:43
    Bravissima e ispiratissima anche in questa!!!

    ciao gia

  • denny red. il 20/11/2010 00:07
    Poi mi abbandonavo nelle braccia di un sogno,
    per non cedere al silenzio di un abete..
    Che dire.. non ho parole..
    Versi Bellissimi!!!
    Questa..è Laura Marchetti, POESIA!!!!!
    SEI IN FORMISSIMAAAAA!!!!!!!!
    Un Abbraccio!!!!

  • Salvatore Ferranti il 19/11/2010 19:41
    sempre grandissima e profondissima.
    con i tuoi versi ci emozioni ogni girono...
  • Anonimo il 19/11/2010 18:51
    I tuoi versi mi hanno colpito fino a farmi male... in un giorno pieno d'amore... anche se dovrebbe essere per tutto l'anno; in un giorno speciale di sentire, condividere con tutto ciò che vive... noi USIAMO! Logoriamo, strappiamo, pretendiamo... indifferenti finchè non OTTENIAMO, dare per avere... povero piccolo abete... doveva diventare un gigante e noi il giorno di natale gli abbiamo impedito di crescere tra un abbraccio e l'altro, tra un balocco e tanti sorrisi...
  • loretta margherita citarei il 19/11/2010 18:07
    bella
  • Simone Scienza il 19/11/2010 16:51
    Cullata da un abete
    nel lenzuolo della notte
    sognano i ricordi

    Sempre più speciali Laura
    le passeggiate nel tuo passato, grazie
  • karen tognini il 19/11/2010 16:10
    Bellissima Laura...
  • Giacomo Scimonelli il 19/11/2010 15:40
    sublime

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0