username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ai miei adorati figli

Sorridete angeli del mio cuore
poggiate lo sguardo sul mio dolore.
Parlate, urlate, ma una parola
regalatela alla mia anima sola.

Ho sbagliato ad allontanarmi dal vostro pianto.
Egoismo dicono tutti
ed io non riesco a rispondere.
Vorrei cancellare con voi il passato di ieri
un passato non lontano.
Ricordo ancora il vostro primo vagito.
Sì, al primo vostro urlo davanti la vita
io lacrimante di gioia ho assistito.
Le mie labbra si son poggiate
sulla vostra pelle color tramonto.
Padre per due volte
tra paure e sorrisi io son rinato.
Della vita mi son nuovamente innamorato
due perle nel mio futuro mi avrebbero
ridato felicità,
ma adesso a breve distanza piango e rido.

Piango senza più lacrima versar
rido asciugando lo scorrere della tristezza
tristezza che sfiora le prime curve
che pian piano s'insinuano rimodellando
il mio stanco ma ancora vivo viso.
Piango ma rido
piango ma vivo
per voi unici innocenti sorrisi
per voi sangue del mio stesso sangue
oggi ho inciso un inno di gioia e dolore.
Gioia per i respiri che la vostra anima
regala e offre alla mia umile vita,
dolore per non potermi nutrire
dei vostri ingenui e sinceri sorrisi.

In qualunque momento del giorno
in qualunque momento della notte
o per gioie o per paure e dolori
io per voi sarò sempre presente.
Non m'importa di nulla e di niente
immediatamente il mio sostegno, la mia umile parola
in soccorso di lacrime e sorrisi
volerà e vi prenderà per mano.
Non dimenticatevi mai di me
per adesso non insisto con i vostri giovani ma ricchi cuori
mi scanso mettendomi di lato
ma la mia mente è sempre attenta
il mio sentire vi osserva e rispetta.

12

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

28 commenti:

  • Grazia Denaro il 06/02/2012 23:31
    Che dire davanti ad unalirica così intensa ed intrisa d'amore paterno in cui si sente chiaramente il dolore che traspare. Sono commossa e no so che dire, ti dico solamente che questa lirica è scritta col cuore ed io da lettore recepisco il tuo grande amore che tieni nel tuo cuore per i tuoi due figli che ami tanto. Bellissimo scritto... non ci sono parole.
  • angela testa il 04/02/2012 00:05
    l'HO LETTA... riletta... parole profonde... rabbia dolore... di tante persone che perdono il meglio dei figli... niente torna indietro... resta solo un cuore stanco con tanta speranza... ci sono casi è casi... ci sono donne è uomini... ma nessuno dovrebbe pagare un prezzo cosi alto... l'amore dei figli è sacro...
  • vale t il 02/03/2011 00:17
  • Antonio Pani il 25/11/2010 18:26
    Tristemente bella. Mi piace viverla e sentirla per la profondità e lo spessore delle emozioni provate. A rileggersi, ciao.
  • Don Pompeo Mongiello il 24/11/2010 18:21
    Sentimenti profondi, che a volte i figli stessi no comprendono, fino a quando sono a loro volta genitori. Molto apprezzata.
  • Simone Scienza il 22/11/2010 11:03
    Il dolore in amore
    è fonte d'indicibile forza
    temprerà la tua già possente scorza
    guidantoti alla meta,
    i loro morbidi abbracci di seta

    Forza Giacomo
  • Maria Rosa Cugudda il 21/11/2010 17:01
    grande poesia, quanta tristezza e altrettanta gioia; poi torna la tristezza e poi ancora la gioia e poi ancora... un'altalena ; già è una cosa stupenda che i figli ci siano, poi... prima o poi tutto si sistemerà, loro capiranno e... l'amore vero vince sempre!
  • c a o s. il 21/11/2010 16:45
    Amore di padre, dolce. Molto bravo!
  • Anonimo il 20/11/2010 14:58
    Era normale dichiarare alla vita
    che per voi vivo e vivrò... sei tenero Giacomo e l'amore vincerà!
    Bravo, una lettera vera...
  • ELISA DURANTE il 20/11/2010 08:31
    " ... un inno di gioia e dolore... il vostro papà vi rispetta... ci sono e ci sarò. Anche con la mente potete chiamarmi, papi vi sente e vi comprende..."
    Parole vere, sentite, espressione di un sentimento importante, basilare per dei bambini, quello della paternità. Mi hai veramente commosso, Giacomo, e ho ripensato a come mio padre mi amava. Un uomo-padre ha una marcia in più.
  • - Giama - il 20/11/2010 01:01
    sono padre da poco...
    mio figlio dorme sereno nella sua culla...
    io ora ho un dolore allo stomaco...

    non cercare il loro perdono, ma il loro amore!

    Ciao gia
  • Linda Fantini il 19/11/2010 22:54
    Commossa fino alle lacrime... mi hai lasciata così, con le lacrime agli occhi. I tuoi figli sono fortunati ad averti come padre.
  • Aldo Riboldi il 19/11/2010 22:54
    I figli quando sono piccoli possono anche vedere con gli occhi dei grandi, ma fortunatamente poi imparano a leggere, nel tuo caso leggeranno... e capiranno!
    Hai fatto un grande gesto d'amore e di umiltà!
    un forte abbraccio, stai sereno.
    ciao
  • Giusy Lupi il 19/11/2010 22:22
    Ciao Giacomo, mi hai lasciato senza fiato, le lacrime scendevano sul mio viso senza poterle fermare. Meravigliosa dedica, sei un grande, sono sicura che i tuoi figli lo sentono il bene profondo che nutri per loro e al più presto te lo dimostreranno. Un caro abbraccio,
    Ciao Giusy
  • Dolce Sorriso il 19/11/2010 22:05
    un commento senza commento...
  • Giacomo Scimonelli il 19/11/2010 21:40
    a volte i figli cara Laura, specialmente quando sono piccoli, vedono con gli occhi pilotati dai grandi e sentono con le orecchie dei grandi... i bambini andrebbero rispettati in tantissimi modi... in presenza di loro bocche cucite... anche se il bimbo non si vede lui ci sente... ciò che il suo cuore prova perfeziona l'udito. sempre. grazie a tutti dei commenti. dedicata a tutti i padri e a tutte le madri che per vari motivi non possono condividere pienamente la crescita e la vita dei loro innocenti bambini. le colpe degli adulti non dovrebbero mai ricadere su chi ancora non può comprendere... su chi ha già tanta rabbia di non poter vivere con mamma e papà. un caro saluto.
    Giacomo
  • laura marchetti il 19/11/2010 21:17
    i figli sanno, vedono e sentono e sono orgogliosi di un padre come te...
  • karen tognini il 19/11/2010 21:07


    l'amore x i figlie vince su tutto...
  • carolina verzeletti il 19/11/2010 19:51
    Molto bella e non di certo per lo stile ma il contenuto anche scritta male sarebbe stata comunque un opera d'arte
  • Salvatore Ferranti il 19/11/2010 19:42
    sei sempre molto bravo.
    complimenti.
    ti leggo sempre con piacere
  • Inchiappa Vito I Song il 19/11/2010 19:37
    Una dedica apprezzatissima. Parole che suscitano profonde emozioni. Bravo!
  • denny red. il 19/11/2010 19:34
    molto bella!!!

  • Anonimo il 19/11/2010 19:28
    I tuoi versi trasudano di paura, forza e fragilità. Amore... un amore consapevole e mai distratto... i figli sono catene di seta, piacevoli, morbidi, e trasparenti... siamo noi... genitori "bruchi"... è più forte di noi... emettere, generare filamenti così preziosi e così fragili...
    I figli... loro forti e noi pieni di dubbi!
    Non devi chiedere perdono a nessuno... non hai fatto nulla di male... hai amato e amerai senza abbandonare nessuno! Cresciamo tutti senza limiti di età... tu ti stai trasformando... da bruco diventerai farfalla... e comunque non esiste farfalla senza un bruco... tutto serve e tutto si trasforma!
    Coraggio... hai tutto per riuscire!
    Ti abbraccio!
  • claudia checchi il 19/11/2010 18:18
    Scusatemi ma i pianto ha vinto, una dedica molto sentita... non trovo altre parole...
    ciao sei un padre meraviglioso... solo questo riesco a dire...
    claudia...
  • Anonimo il 19/11/2010 18:14
    ... e quello che c'è ancora da dire è tanto,
    non basta una risma di carta,
    nemmeno un sito intero!!!
    Bella e infiniti versi...
  • coccinella settantotto il 19/11/2010 18:09
    un inno di gioia misto a dolore... oggi prevale la rabbia in loro, ma arrivera' il giorno del perdono! 5*
  • loretta margherita citarei il 19/11/2010 17:46
    il tempo, nelle cose occorre il tempo, tutto s'aggiusta. bacioni amico caro
  • Gianmarco Dosselli il 19/11/2010 17:39
    Grande e geniale padre! Sentimento voluto offrire ai cuori dei figli e che costoro hanno obbligo elevarlo dentro la morale.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0