username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quel che non s'era

E forti nei dì di splendore
nulla pare utopia,
superbi riempiti d'ardore
padroni, cavalcando la scia.

Caduta ogni sicurezza
il ricordo d'essere umani,
come quando svanisce la bellezza
lasciando pianti di rughe sulle mani.

Colpe, rimorso vergogna mera
per esser stati quel che non s'era!

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • G. Von D. il 21/11/2010 18:32
    Mi ricorda come dal mattino alla sera ogni mio rantolo di vita scompaia di fronte alla grama esistenza.. eheh complimenti comunque!
  • carolina verzeletti il 19/11/2010 19:47
    Molto bella Buon serata
  • loretta margherita citarei il 19/11/2010 18:09
    ottima riflessione, ben scritta